domenica, 19 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Convention democratici, Clinton accende la platea: «Obama è l’uomo giusto»
Pubblicato il 06-09-2012


È durato quasi cinquanta minuti il discorso appassionato di Bill Clinton durante la seconda notte della convention democratica di Charlotte, nel Nord Carolina. L’intervento, in parte improvvisato, è stato scritto a quattro mani insieme alla moglie di Clinton, Hillary, che quattro anni fa fu sconfitta dallo stesso Obama nella corsa alla Casa Bianca. «Vi propongo un uomo che ha bloccato lo slittamento del Paese verso la depressione e ci ha messo sul sentiero della ripresa», ha dichiarato l’ex presidente Usa. Nel frattempo giunge Obama che sale sul palco per un abbraccio intenso, ma anche liberatorio con il suo senior. Il tutto si è svolto davanti ad una platea infiammata e carica di gioia che gridava: «We’re fired, we’re fired», siamo incendiati, siamo entusiasti. Per quanto riguarda l’intervento dell’attuale presidente statunitense salirà oggi sul palco per accettare la nomination.


BILL CLINTON DIFENDE L’EX RIVALE DELLA MOGLIE – Clinton ha elencato i motivi per i quali Obama deve essere rieletto presidente degli Usa poiché «ha ereditato dai repubblicani un disastro economico che nessuno avrebbe potuto sanare in soli quattro anni». Il primo presidente di colore degli Stati Uniti ha poi il merito di aver «dato inizio alla lunga via della ripresa e ha gettato le fondamenta di un’economia più moderna, meglio bilanciata che produrrà milioni di posti di lavoro, aziende solide e nuova ricchezza per chi innova». Clinton ha dunque esortato la folla entusiasta a votare nuovamente Obama, dichiarandosi convinto che questi tornerà alla Casa Bianca.

L’AVVERSITÀ VERSO I REPUBBLICANI – Durante il suo lungo e appassionato discorso Clinton ha rivolto critiche ai repubblicani, accusandoli di aver bloccato le misure di rilancio per semplice odio nei confronti del presidente Usa. L’ex inquilino della White House ha poi difeso su tutti i fronti l’amministrazione attuale, in particolare l’Obama Care, la riforma sanitaria fortemente voluta dallo stesso Barack. Clinton ha poi lanciato un appello alla platea: «Se volete una società in cui siete soli e chi vince prende tutto dovreste scegliere la squadra repubblicana. Se volete un paese di prosperità e responsabilità condivise, una società in cui siamo tutti insieme, dovreste votare per Barack Obama e Joe Biden».

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento