mercoledì, 18 luglio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Dopo la Festa, un bilancio con i nostri lettori
Pubblicato il 18-09-2012


E’ tempo di bilanci. Ogni tanto è necessario farli. Abbiamo passato cinque giorni alla Festa Nazionale Socialista a Perugia, abbiamo incontrato tanti militanti, appassionati, tenaci e volontari, tante persone che hanno reso possibile l’appuntamento umbro. Ebbene, anche l’Avanti!, com’era giusto che fosse, era lì, in prima linea, come sempre per cercare di presentare, riportare, sottolineare i tanti interventi e dibattiti che si sono succeduti. Abbiamo parlato e intervistato alcuni degli ospiti che hanno portato ulteriore lustro alla nostra Festa. Ci siamo confrontati con chi volesse esprimere alla nostra telecamera le proprie idee, i dubbi e le speranze che nutre nei confronti della politica e del proprio futuro. 

E questo per noi del giornale credo sia stato il passo più importante verso una totale integrazione con chi ci legge tutti i giorni, per chi ha creduto e sostiene quotidianamente i nostri sforzi: essere presenti, per quanto possibile, sul territorio, al fianco di chi prima pensava di non avere un’attenzione giornalistica e oggi ce l’ha. Fin dall’inizio l’Avanti! ha tentato e ha fortemente voluto essere il megafono di chi voce l’aveva, ma non riusciva a farla sentire perché tanti organi di stampa di spazio non ne davano. Quindi oggi, a distanza neanche di un anno dall’apertura del nostro giornale, speriamo di aver conquistato quanto meno questo piccolo merito: essere presenti, al vostro servizio, al servizio di chi ha voglia di leggere e leggersi nelle notizie che vengono pubblicate tutti i giorni.

Stare a Perugia in questi giorni è stato appagante umanamente e giornalisticamente pure per questo, perché ha dato a noi tutti del giornale, partendo da me, la possibilità di incontrare alcuni dei nostri lettori più affezionati, sentire la loro vicinanza, il loro calore e quanta partecipazione hanno anche nel criticare le scelte giornalistiche, ma sempre nell’intento di migliorare il nostro giornale. Le critiche da par mio son sempre ben accette, non nascondo che i complimenti lo sono altrettanto, soprattutto quelli che vengono fatti alla mia redazione, ai ragazzi che tutti i giorni lavorano con dedizione e passione al nostro orgoglio: l’Avanti!. Ecco, se una speranza devo continuare a nutrire per il futuro è che quello che è il nostro orgoglio, quindi il giornale, possa incontrare il vostro. La nostra speranza è che i nostri lettori siano sempre orgogliosi del loro giornale, sempre orgogliosi dell’Avanti!.

 

Giampiero Marrazzo

@giamarrazzo

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookDiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Abbiamo bisogno di una voce che esca fuori dal coro sopratutto per far capire che l’AVANTI non è il giornale del buffone di corte LAVITOLA, ma che è l’organo di stampa, il portavoce di un Partito che tanto a dato alla società Italiana e che ancora è in grado di progettare un concreto futuro per la ns. società.

  2. Socialista convinto, da tre generazioni, e pensare che l’Avanti è finito nelle mani di affaristi e manigoldi senza scrupoli è stato umiliante dichiararsi ancora socialista, ti faccio i migliori auguri, con la speranza che l’onestà e la giustizia rientrano nei valori di questo giornale.

Lascia un commento