lunedì, 22 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Festa Socialista: un dibattito sull’importanza dei territori con Pastorelli, Labellarte, Vita, Cinti Luciani e Rometti
Pubblicato il 16-09-2012


La quarta giornata della Festa Socialista in corso a Perugia ha ospitato ieri la tavola rotonda dal titolo “Il buon governo nasce dai territori”, che ha visto l’intervento di Rita Cinti Luciani, Gerardo Labellarte, responsabile nazionale degli Enti locali del Psi, Oreste Pastorelli, tesoriere del Psi nonchè vicepresidente della provincia di Rieti, Rocco Vita del Consiglio Regionale della Basilicata e Silvano Rometti, Assessore all’Ambiente della Regione Umbria. L’incontro è stato moderato dal direttore dell’Avanti! Giampiero Marrazzo. Labellarte ha aperto il dibattito ricordando la bellezza del tessuto umbro e sottolineando che i valori primari devono essere quelli di onestà, correttezza amministrativa e rispetto del danaro pubblico.

LE AUTONOMIE LOCALI – «Le autonomie locali prima erano un valore, ora sono un peso, una spesa – ha spiegato Labellarte – Noi come partito socialista dobbiamo continuare a lavorare per sostenere gli Enti locali». Pastorelli ha poi affermato che «parlare di Enti locali è una difficoltà, molto di più è parlare di Province. Non si può procedere al taglio del Province senza riformare tutte le Istituzioni. Noi socialisti siamo tutti eletti, non nominati. Ci dobbiamo guadagnare tutto. Nel progetto di riordino delle Province, il governo non ha presentato le competenze relative all’amministrazione locale. I socialisti sono disposti a rinunciare al finanziamento pubblico del partito – ha proseguito – ma lo Stato dovrebbe dare la pari dignità di comunicazione affinché noi socialisti possiamo portare avanti idee che sono le stesse dei cittadini. In tal modo, questi potranno sostenere le nostre idee», ha concluso Pastorelli.

IL VALORE SIMBOLICO DEGLI INTERVENTI DI BERSANI E CASINI ALLA FESTA – Silvano Rometti, Assessore all’Ambiente della Regione Umbria, ha fatto notare che gli interventi di Casini e di Bersani alla Festa Socialista rappresentano «un fatto politicamente importante. Il centrosinistra è la nostra linea politica. Dalla nostra Festa deve arrivare un messaggio di giustezza di un percorso politico che ora trova riscontro nell’organizzazione dei partiti in vista delle prossime elezioni».

I SOCIALISTI DEVONO ESSERE D’ESEMPIO – Ha preso poi la parola Rita Cinti Luciani, sindaco di Codigoro, in provincia di Ferrara, nonché responsabile delle Pari Opportunità del partito socialista, che ha rimarcato l’importanza dei principi di “eticità, correttezza e trasparenza. «Noi socialisti dobbiamo essere da esempio. La gente deve ritrovare la fiducia nella politica e non ci deve essere una contrapposizione tra i giovani e gli adulti». «Il rigore, la serietà e il merito devono divenire le fondamenta di questo Paese», ha auspicato. Rocco Vita, consigliere Regionale della Basilicata, è intervenuto sottolineando l’importanza dei territori come base su cui i socialisti hanno saputo costrure la loro azione politica, affermando che «il tessuto importante è quello che ritroviamo in tutti i territori, concreto e professionale. E il partito socialista porta avanti questa sfida».

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento