sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Forte scossa di terremoto in Costarica. Rientrato allarme tsunami
Pubblicato il 06-09-2012


Una forte scossa di terremoto ha colpito il nordovest del Costarica. Dopo una prima stima del Pacific Tsunami center, che parlava di una magnitudo 7,9 della scala Richter, l’intensità è stata rivista al ribasso e valutata come 7,6. Lo riferisce l’istituto geofisico americano. Immediato è scattato anche l’allarme per un possibile tsunami rientrato dopo poche ore. L’allerta ha interessato vari stati sparsi su tutta la costa del Pacifico: si tratta di Costarica, Panama, Nicaragua, El Salvador, Honduras, Messico, Colombia, Ecuador, Guatemala e Perù.

EPICENTRO A 140 KM DI PROFONDITA’ – L’epicentro è stato localizzato a 140 chilometri di profondità e a una distanza di 11 chilometri dalla cittadina di Nicoya e a 140 chilometri dalla capitale San José. I residenti hanno riferito di un black out a ridosso della scossa e notato che le piscine stavano straripando pochi secondi prima. Il terremoto è stato avvertito anche a Managua, capitale del Nicaragua.

CROCE ROSSA, «NON CI SONO FERITI AL MOMENTO» – La Croce rossa rende noto che al momento non si registrano feriti in Costarica in seguito alla forte scossa di terremoto che ha colpito oggi il nord-ovest del Paese. Il sisma ha scosso alcuni edifici mentre la corrente elettrica è saltata in varie zone del Paese.

L’APPELLO DEL PRESIDENTE SU TWITTER, «MANTENERE LA CALMA» – «Ora la cosa più importante è mantenere la calma»: è l’appello lanciato via Twitter dalla presidente del Costarica, Laura Chinchilla, dopo il terremoto di nel paese centroamericano. L’Osservatorio sismologico del Costarica (Ovsicori) ha d’altra parte riferito di una replica di magnitudo pari a 4,2 gradi Richter dopo la prima forte scossa. Anche l’Ovsicori ha lanciato un appello alla calma, ricordando che finora sono state registrate circa 25 repliche di bassa intensità.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento