venerdì, 20 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il Segretario Nencini: «Le primarie sono una necessità, non uno spauracchio»
Pubblicato il 07-09-2012


Non poteva mancare. Riccardo Nencini, segretario del Partito Socialista, è intervenuto ieri sul palco della festa democratica, in corso a Reggio Emilia. Il leader del Psi, insieme a Paolo Gentiloni, deputato Pd ed ex ministro delle Comunicazioni, ha toccato alcuni temi attuali e ancora non risolti. Nencini ha definito le primarie «un’opportunità, non uno spauracchio», sottolineando la necessità di avere «un albo degli elettori dove le persone si registrano per escludere la possibilità di votare alle primarie di coalizioni diverse».
LE PRIMARIE SECONDO NENCINI – Il segretario socialista ha poi ricordato che l’altra regola fondamentale è che «siano primarie di coalizione formate da ‘x’ candidati a rappresentanza dei partiti della coalizione. La mia partecipazione e candidatura è condizionata a queste coalizioni».

LE PREOCCUPAZIONI E LE PREFERENZE DEL LEADER DEL PSI – Secondo Nencini la fonte di preoccupazione degli italiani non è rappresentata dal problema di Matteo Renzi e delle primarie, bensì dal «caldo autunno da passare». «Sono preoccupato anche io, da cittadino privato, di come il Partito Democratico possa mettere in campo le regole e le candidature delle primarie». In merito a questo tema, il segretario del Psi ritiene necessario «presentare una bozza di programma su cui dire come vogliamo governare l’Italia». Sul candidato alla presidenza del Consiglio, Nencini ha espresso la sua preferenza nei confronti del leader del Pd, Pier Luigi Bersani «per competenza e per il rispetto della sua personalità nei confronti dell’Europa».

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Tranquilli ragazze e ragazzzi il futuro capo del governo sarà
    Il sig Passera un uomo e una garanzia per chi ama una politica di privatizzare gli utili e socializzare le perdite.
    Fraterni saluti Compagno Maurizio Molinari fed. di Torino

    • Ma dai Maurizio Molinari, il tecnocrate Passera al Governo.
      Non scherziamo!
      Il prossimo non può che essere un Governo Politico, dati i gravissimi problemi sociali ed economici che dovrà affrontare il Paese trascurati ed elusi per anni dal Governo di Bossi-Berlusconi.
      Il Prof. Monti sta facendo il possibile per traghettare l’Italia verso una ristabilizzazione delle regole democratiche ma ora la parola tocca di nuovo ai Partiti con la “P” maiuscola, con una storia vera da sbandierare.
      In primis il Partito Democratico e il Partito Socialista.
      E’ questo il nucleo fondante di coalizione e programma del prossimo Governo Politico.
      Non ci sono altre soluzioni possibili , se vogliamo evitare di diventare la seconda Grecia d’Europa.

Lascia un commento