sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La Festa Socialista di Perugia si è conclusa con un incontro sulle primarie con Terlizzi, Biscardini, Crema, Pellegrino
Pubblicato il 18-09-2012


La Festa Socialista di Perugia ha chiuso i battenti domenica con la presentazione del libro di Mauro Terlizzi, “Primarie, istruzioni per l’uso” che ha visto la partecipazione di Roberto Biscardini della segreteria nazionale del Psi, nonché consigliere comunale a Milano, e di Giovanni Crema, componente della segreteria nazionale del Psi, Donato Pellegrino, membro della segreteria nazionale del Psi. A presentare gli ospiti è stato il responsabile comunicazione e web del Partito Socialista, Emanuele Pecheux. Terlizzi, esperto di strategie di marketing e comunicazione politica, ha spiegato che l’idea del libro è quella di far riflettere «su questo istituto-fenomeno delle primarie, che andrebbe affrontato in maniera compiuta». Secondo l’autore bisogna lottare «contro il vero male che è quello dell’incompiutezza della politica». 

Terlizzi ha lanciato dunque un appello: «Fate quello che volete, ma fatelo fino in fondo. Le primarie non hanno nessun valore: sono uno strumento e danno un incarico o meno». È intervenuto poi Giovanni Crema che ha ricordato che le primarie hanno la necessità di essere regolamentate in modo corretto. A concludere l’incontro è stato poi Biscardini che si è espresso sulle primarie «quelle vere, quelle che riguardano gli uomini», sottolineando la necessità di fissare delle regole «per evitare di avere risultati politicamente deboli».

Prima di presentare i risultati dei questionari, il consigliere comunale di Milano ha voluto ricordare che «abbiamo di fronte la sfiducia nello Stato e nelle Istituzioni. Non c’è organo dello Stato che riesca ad essere un punto di riferimento per i cittadini. È necessario portare avanti una campagna per una riforma dello Stato, che non c’è più». Biscardini ha poi rimarcato la necessità di avere «più politica per governare. Siamo il partito del lavoro, intenso come occasione per fare sviluppo, non solo dei lavoratori. È necessaria una maggiore giustizia sociale, la patrimoniale e l’equità fiscale».

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento