domenica, 18 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Intervista video dell’Avanti! a Claudio Martelli sulla trattativa Stato-Mafia
Pubblicato il 14-09-2012


«Scalfaro venne eletto Presidente della Repubblica dopo l’attentato a Falcone: fu proprio quell’attentato che accelerò i tempi della sua elezione. La prima volta che lo incontrai mi disse che aveva dubbi sulla costituzionalità del decreto che introdusse il 41 bis. Poi si adoperò per sostituire Scotti con Mancino al Viminale. Cercò anche di sostituire me alla Giustizia, e Amato mi propose la Difesa. Io mi impuntai e non se ne fece nulla. L’obiettivo fu però raggiunto sette mesi dopo quando ricevetti un avviso di garanzia per una questione di 13 anni prima, il famoso “Conto Protezione”»

Trattativa Stato-mafia: l’on. Claudio Martelli intervistato dall’Avanti from Roberto Capocelli on Vimeo.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Leggendo quanto viene riportato in questo articolo, velatamente l’immagine di Scalfaro, mi pare, viene un “po’” tinteggiata di scuro. Sbaglio?, eppure il Presidente e’ stato ritenuto un “grande” la Sua figura di Magistrato, Cattolico, ha avuto consensi a largo raggio. Perché ora che e’ morto si dice e non si dice, come ogni tanto si fa in Sicilia. Perché non si e’ piu espliciti considerando che ci sono tanti morti, anche Eccellenti, che gridano vendetta/giustizia. L’ultimo che non ha avuto esplicita simpatia per il Presidente e’ stato Berlusconi, chissà perché ?. Speriamo di leggere verità, verità e i veri responsabili siano rinchiusi in galera per il resto dei loro giorni. Illuso!!!

    • Berlusconi aveva antipatia per Scalfaro in quanto aveva dato il via al ribaltone dando vita al governo “tecnico” Dini.
      Non certo perchè Scalfaro fosse un’anima bella….altrochè

  2. Mi sembra che Martelli dica fin troppo chiaramente come stavano le cose, senza tante reticenze. Sperimo davvero nella verità e nella giustizia, che spesso in Italia arrivano troppo tardi.

  3. Martelli è stato un grande, continuo a non capire perché non vuole più impegnarsi in politica. Sopratutto in questa fase così difficile, anche in relazione ai rapporti con i comunisti di sempre, sarebbe importante, in particolare se si dovesse fare una lista in maniera autonoma, come vorrei, che il compagno Martelli se mettesse di nuovo in gioco, per il bene di un partito e delle sue idee di cui si sente la reale necessità in Italia.

    • Sempre avuto stima, rispetto e amirazione per l’operato politico di Claudio Martelli. Ho sperato, e continuo a sperare nella sua rivalutazione politica e umana da parte dell’opinione pubblica, e del suo conseguente ritorno.

Lascia un commento