Pier Paolo Pasolini. Quella “polemica inversa” che vive e attraversa la nostra storia

Tre lettere e un solo destino. Ppp. Un destino privato che si intreccia indissolubilmente, fino a fondersi e a confondersi con la storia del nostro Paese. Pier Paolo Pasolini è stato questo. Questo e molto altro. «La sua vita, la sua morte e la sua opera sono ancora un discorso aperto ad una lettura dinamica, all’interpretazione e alla rielaborazione dell’immaginario collettivo». Ad affermarlo all’Avanti! è Veronica Botticelli, che ha esposto la sua opera nell’ambito della mostra collettiva “PPP. Una polemica inversa”, in programma a Roma presso Palazzo Incontro fino al 23 dicembre. La mostra, a cura di Flavio Alivernini, convolge ventidue artisti che raccontano Pasolini e il suo stile, il suo eclettismo di poeta, regista, scrittore, sociologo e giornalista che utilizza una varietà di strumenti espressivi, una ricchezza stilistica e una sensibilità, che gli permettono di esplorare la società e l’animo umano oltre i confini stabiliti. Guardava al mondo “con i suoi sensi” Pier Paolo Pasolini e traduceva quello sguardo in un linguaggio capace di dialogare con quel non-luogo creato dalla trasformazione della società. “Dopo la scomparsa delle lucciole”, ovvero quando l’Italia e gli italiani “si trasformano in quel popolo degenerato, ridicolo, mostruoso e criminale” lontano dall’autenticità dei “ragazzi di vita” che Pasolini sapeva raccontare come nessuno. Una trasformazione dovuta a quella che lo scrittore definiva il “vuoto di potere in sé”, alla nascita di nuovi soggetti “transnazionali, quasi polizie tecnocratiche”. Una visione eretica che oggi assume l’urgenza della profezia. Una storia aperta. Un cerchio mai chiuso. Tre lettere non allineate per una polemica inversa. Continua a leggere

Topolino si compra Guerre Stellari: ecco il lato pink della “forza”

Topolino si compra Guerre Stellari. Walt Disney acquista Lucasfilm, la casa cinematografica fondata da George Lucas, per 4,05 miliardi di dollari. E annuncia: il prossimo episodio, il settimo, della saga ‘Guerre Stellari’ arrivera’ nel 2015. Dall’unione dei due big del grande schermo nascerà un ‘colosso’ nel mondo del cinema di fantasia: un gruppo del quale fanno parte anche i fumetti di Marvel Entertainment e quelli di Pixar Animation Studio, le altre due importanti acquisizioni dell’era dell’amministratore delegato di Disney Robert Iger. Continua a leggere

Election day per Lazio, Lombardia e Molise. Cancellieri: «Prima data utile il 27 gennaio 2013»

«Escludo dicembre perché di mezzo c’è anche Natale, stiamo ragionando su una data unica e la prima fattibile potrebbe essere il 27 gennaio 2013». Questo l’annuncio del ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri sulla possibile data per il rinnovo dei Consigli regionali di Lazio, Lombardia e Molise. La giornata del 27 gennaio coincide però con il “Giorno della Memoria” delle vittime della Shoah. «Dovremo decidere insieme ai presidenti» ha detto la Cancellieri. La data anticipata delle elezioni per le tre Regioni è legata ai recenti avvenimenti di malaffare che sono affiorati dai palazzi di potere a livello regionale.

Continua a leggere

Anticorruzione, la Camera dà il via libera al ddl. Severino: “Grande condivisione di questo progetto”

Il sì definitivo è giunto stamane dalla Camera: 480 voti favorevoli, 19 contrari e 25 astenuti. Questi i numeri dell’approvazione delle nuove norme contenute nel disegno di legge anticorruzione che, dopo un iter a dir poco travagliato, ora è legge. Contro il ddl – dopo il voto di fiducia concesso ieri dalla Camera – ha votato l’Idv, mentre la Lega, che ha negato la fiducia, oggi si è detta favorevole al provvedimento. Astenuti i radicali, 10 deputati del Pdl, 3 di Popolo e territorio, 4 del misto e Alberto Torazzi della Lega. Soddisfazione è stata espressa da Paola Severino, ministro della Giustizia.  Continua a leggere

La sfida della ripresa poggia (anche) sul risparmio

In occasione della ottantottesima Giornata Mondiale del Risparmio, l’ACRI-Associazione delle Fondazioni e delle Casse di Risparmio ha presentato a Roma la dodicesima edizione del sondaggio annuale sul rapporto tra gli italiani ed il risparmio. Secondo l’indagine, realizzata in collaborazione con Ipsos, gli italiani continuano ad avere una forte propensione al risparmio, che ormai assume quasi la caratteristica di un’ancora per la propria sicurezza: il 47% degli italiani non riesce a vivere tranquillo senza mettere da parte qualcosa. Infatti il risparmio è percepito da oltre la metà degli italiani come uno strumento per salvaguardarsi da eventuali difficoltà future o per ridurre i debiti cumulati negli anni precedenti. Continua a leggere

Assolto Vendola perché «il fatto non sussiste». Il leader di Sel: «Sono felice, la vita mi è stata restituita»

Assolto. Questa la sentenza del gup di Bari, Susanna de Felice nei confronti di Nichi Vendola. “Il fatto non sussiste”, questa la motivazione dell’assoluzione. Il leader di Sel era accusato di concorso in abuso d’ufficio per la nomina del Professor Paolo Sardelli a primario di chirurgia toracica dell’ospedale San Paolo di Bari. La Procura aveva chiesto venti mesi per Vendola e per Lea Cosentino, l’ex direttore generale dell’Asl di Bari, coimputata con il governatore della Puglia, grande sua accusatrice, anche lei assolta. Vendola, visibilmente commosso, ha detto di aver «vissuto un’intera vita sulle barricate della giustizia e della legalità. Oggi mi è stato restituito questo». Continua a leggere

Fiat: i conti tornano, ma crolla in Borsa. Marchionne promette: «Non chiuderemo nessuna fabbrica in Italia»

«Se chiudessi un impianto in Europa dovrei costruirne uno altrove. Non avrebbe senso». Con queste parole, l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne ha spiegato la decisione di non chiudere nessuno stabilimento del gruppo in Europa, in particolare in Italia. La scelta di non chiudere fabbriche nel nostro Paese – spiega il Lingotto – è stata fatta rispetto a una seconda opzione che era quella di focalizzare su un mercato di massa non premium e di razionalizzare la capacità produttiva chiudendo uno o più impianti. L’obiettivo della Fiat è quello di «fare leva su grandi marchi storici premium come Alfa Romeo e Maserati, riallineare il portafoglio prodotti e di posizionare l’attività per il futuro». Nonostante il crollo del mercato automobilistico europeo, il Lingotto ha incrementato il suo utile e i suoi ricavi. Ma l’indebitamento netto industriale ha subìto un forte peggioramento: in tre mesi, dal 30 giugno a oggi, è salito infatti da 5,4 miliardi a 6,7. Continua a leggere

Risveglio doloroso per New York dopo il passaggio di Sandy. Ma il “day after” è più duro nei Caraibi

The day after. Il peggio è passato. Ma Sandy si è lascito dietro una scia di morte. Negli Stati Uniti, dove il bilancio delle vittime è arrivato a quota 32 ed è destinato a salire, ma anche nei Caraibi, dove il passaggio dell’uragano, prima ancora di arrivare sulla costa est degli Usa, ha ucciso 69 persone. E sull’isola di Haiti si teme il peggio: oltre alle 51 vittime, sulla “faccia triste” di Santo Domingo si cercano ancora 15 persone che mancano all’appello. Ma è la paura dell’esplosione di un focolaio di colera a preoccupare a Port-Au-Prince. E New York si è risvegliata sotto un cielo plumbeo trovandosi di fronte uno scenario fatto di strade sommerse e devastazione: il presidente Obama, dal suo account Twitter  ha onorato le vittime affermando: «I nostri pensieri sono rivolti a tutti coloro che sono stati colpiti dalla tempesta». Continua a leggere

Primarie di centrosinistra, al via “Riscrivi l’Italia – Scegli il tuo presidente del Consiglio”

La macchina delle primarie del centrosinistra è pronta a partire, dal 4 novembre sarà possibile registrarsi all’albo degli elettori (anche online), prima del voto ci saranno due “week-end di mobilitazione” e per il voto saranno allestiti “9.000-10.000 seggi”. Il comitato “Italia, bene comune” ha presentato ieri la campagna di comunicazione studiata per le primarie del centrosinistra ed ha illustrato le iniziative pensate per preparare l’appuntamento del 25 novembre prossimo quando i cittadini saranno chiamati a “scegliere il candidato premier del centrosinistra”, come ha ricordato Luigi Berlinguer, presidente del comitato dei garanti delle primarie. E come si legge sui manifesti presentati oggi, gli elettori del centrosinistra dovranno votare per scegliere il proprio “presidente del Consiglio”. Continua a leggere

La nuotata

Ci sono autorevoli precedenti dell’attraversata a nuoto dello stretto di Messina, da Scilli a Cariddi. La nuotata di Mao Tse Tung sul fiume Yangze, quella dell’ex sindaco di Taranto Cito e, se vogliamo parlare di esibizioni del corpo, il Fidel che taglia a dorso nudo la barbabietola e Mussolini che falcia ignudo il grano della campagna italiana. Anche Bossi ha parlato del suo corpo esaltandone le presunte capacità sessuali. Ogni volta che un leader politico ha messo in mostra le sue virtù di forza, lo ha fatto per proporre un’idea di forza. Cioè costui concepisce la politica come discendente dalla propria forza. Ed è una concezione personalistica e machista della politica. Assolutamente antidemocratica. Continua a leggere