domenica, 20 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Dire “ciao fa bene”: a Bologna sette giorni per educarsi al saluto
Pubblicato il 18-10-2012


Sette giorni per imparare a salutare, abituarsi a dire “buongiorno”, ma anche per riflettere su quanto il saluto sia “salutare” e, più in generale, su quanto la gentilezza possa aiutarci a vivere meglio, soprattutto nella difficile crisi economica. Tutto questo è la “Settimana del saluto”, organizzata dal Centro Antartide, che torna a Bologna con la terza edizione dal 22 al 28 ottobre. L’iniziativa fa parte del progetto “La città civile” che ha l’obiettivo di rilanciare il senso civico a Bologna. “Un’iniziativa sicuramente bella e importante- ha detto Matteo Lepore, assessore alle Politiche Internazionali del Comune- che si colloca dentro un concetto di città civile e cortese che vogliamo con forza promuovere”.

UN SORRISO PER RISOLLEVARE IL QUARTIERE A RISCHIO DELLA BOLOGNINA – Tante le iniziative che animeranno la settimana: dai saluti che dirigenti e presidenti di quartiere porgeranno lunedi’ 22 davanti alle scuole, a quelli che i bambini delle scuole De Amicis daranno ai viaggiatori in partenza e in arrivo all’autostazione. Sempre in autostazione, Alice Ruggero dell’associazione Quanto Basta, coinvolgerà i bimbi nei “Tanti modi di salutare”, nel linguaggio dei segni e nella gestualità. Gli alunni della scuola media “Testoni-Fioravanti” hanno anche realizzato, per la regia di Beba Gabanelli, uno spot video che andrà in onda sulle tv del circuito Flashgiovani. “Trovo bellissimo che dei ragazzi che vivono in un quartiere cosi’ complicato come la Bolongnina si siano dedicati a questa iniziativa- ha detto Gabanelli- puo’ sembrare un gesto un po’ naif, ma con il saluto si crea empatia, sicurezza sociale e riconoscimento degli altri, e questo e’ forse l’aspetto piu’ importante”.

ARRIVANO I “SALUTI LETTERARI” – Nella “Settimana del saluto” ci saranno anche i saluti letterari esposti nelle biblioteche del circuito bolognese, e gli adesivi “Ciao Bologna. Il saluto e’ salutare”, che il personale a contatto con il pubblico indossera’ sul luogo di lavoro durante i sette giorni della manifestazione. Negli Ospedali Maggiore e Bellaria, poi, verranno appesi in ascensore dei cartelli che invitano al saluto coinvolgendo i direttori sanitari. Il tutto mentre in citta’ e nelle scuole saranno distribuite 25.000 cartoline dove si potranno scrivere i propri personali saluti alla citta’ e consegnarli nelle biblioteche di quartiere o alla libreria Coop Ambasciatori di via degli Orefici. Le cartoline inviate saranno esposte nella stessa strada sabato 27 ottobre.

Roberto Capocelli

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento