mercoledì, 15 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il capo dello Stato “striglia” le regioni: «Stroncare l’intollerabile abuso di denaro pubblico»
Pubblicato il 11-10-2012


«Stroncare l’intollerabile abuso di denaro pubblico e di malcostume». Con queste parole il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano è intervenuto sui turbinii di malaffare che stanno affiorando, nelle ultime settimane, dai palazzi di potere delle Regioni. La nota del Quirinale è stata diffusa dopo l’incontro di stamane sulla riforma del Titolo V della Costituzione tra Napolitano e una rappresentanza della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, guidata dal governatore dell’Emilia Romagna, Vasco Errani . «Il presidente della Repubblica – si legge nella nota – ha condiviso con i presidenti delle Regioni l’esigenza di un ampio sforzo di chiarificazione di fronte all’emergere, nel dibattito pubblico, di interpretazioni unilaterali e sommarie – con accenti liquidatori nei confronti dell’attività e del ruolo delle Regioni – dei maggiori problemi oggi all’attenzione del governo e del Parlamento».

I COSTI DELLA POLITICA – Nell’incontro di stamane il capo dello Stato ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa delle Regioni avanzata lo scorso 26 settembre. L’autoriforma prevede la riduzione dei costi della politica nelle Regioni e deve riuscire a «stroncare intollerabili fenomeni di abuso del denaro pubblico e di malcostume» ammonisce Napolitano.

IL RUOLO DELLE REGIONI – Dopo il monito alle Regioni, il capo dello Stato ha voluto sottolineare di non voler liquidare il loro ruolo ricoperto e le attività svolte. «Si tratta di problemi di riequilibrio della finanza pubblica e di adeguamento degli assetti istituzionali: problemi che hanno formato oggetto anche delle recenti decisioni del Consiglio dei ministri e che investono l’insieme delle istituzioni rappresentative e delle amministrazioni pubbliche».

LA SODDISFAZIONE DEI GOVERNATORI – Vasco Errani, governatore dell’Emilia Romagna ha ringraziato Napolitano «per la disponibilità. Abbiamo avviato con lui una riflessione sul ruolo delle Regioni, un ruolo fondamentale per l’assetto istituzionale, e lo faremo anche con il governo e il parlamento». «Parole di buon senso» le ha definite Vito De Filippo, presidente della Regione Basilicata «che partono dal concorrente impegno che tutte le istituzioni dello Stato devono dare per la soluzione dei problemi di questa come di altre congiunture» dichiara De Filippo. «Abbiamo approfondito i temi relativi alla riforma del Titolo V della seconda parte della Costituzione. È stato un incontro molto cordiale, di cui siamo molto soddisfatti e decisamente grati al Presidente della Repubblica». Con queste parole si è espresso il governatore Regione Marche, Gian Mario Spacca.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento