martedì, 16 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Bersani all’Avanti!: «L’appoggio del Psi ha un valore storico»
Pubblicato il 02-10-2012


L’eco della decisione maturata in seno al Congresso del Partito dei socialisti europei arriva nel profondo Sud d’Europa. Da Bruxelles infatti il segretario del Psi Riccardo Nencini, dopo una lunga riunione con il presidente dell’Internazionale Socialista, George Papandreou, e con il presidente del PSE, Sergei Stanishev, ha annunciato «la proposta di sostenere Pier Luigi Bersani» alle primarie di coalizione.

BERSANI, SONO ORGOGLIOSO DELLA DECISIONE DEL PSI – La notizia rimbalza fin giù in Calabria, dove il segretario nazionale del Partito democratico si trova a presenziare i lavori della Conferenza nazionale del Mezzogiorno, in programma a Lamezia Terme. Bersani all’Avanti! si dice “orgoglioso” della scelta del Psi, ringraziando “Riccardo per la decisione assunta”. Pochi minuti prima il taglio della torta gigantesca che lo staff del commissario regionale, Alfredo D’Attorre, ha fatto preparare per festeggiare il suo compleanno. Tra i vertici democratici presenti anche il presidente del Pd, Rosy Bindi, e del vice segretario del partito, Enrico Letta.

MEZZOGGIORNO E PRIMARIE – Poi il segretario Bersani ha sottolineato il valore storico della scelta presa del segretario Nencini: “Sono orgoglioso della decisione del Psi e l’ho detto da questo palco dove parliamo di uno dei nodi cruciali dell’agenda politica del governo attuale e, soprattutto, del prossimo – ha dichiarato Bersani –. Il Mezzogiorno può diventare la vera realtà di rilancio per l’Italia. E’ una nuova strategia per condurre una battaglia per il Sud, ma non sulla vecchia riedizione del meridionalismo”. E per questo “serve un’alleanza per le riforme che vada al di là delle schermaglie tra i partiti. Il sostegno del Psi alla mia candidatura alle Primarie è una cosa importante, e non so se esagero dicendo questo, ma è lo è anche sul piano storico. Ringrazio Riccardo – ha detto ancora Bersani – e mi pare che il ragionamento che è venuto fuori alla riunione del congresso del Pse significa un appoggio molto serio alla battaglia che stiamo conducendo”.

COMUNIONE D’INTENTI – E mentre il segretario del Psi Nencini dichiara “Sosterremo Bersani, dall’Italia si riparte per costruire la nuova Europa”, Bersani parla di un “Pd che mette la Calabria al centro del suo programma di governo per la prossima legislatura”. Tutti segnali che disegnano il percorso comune intrapreso dal Pd e dal Psi, una solida comunione d’intenti che parte dalle primarie di coalizione per arrivare alla vittoria delle politiche per un centrosinistra rinnovato, riformista ed europeo.

Maria Rita Galati

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Bravo BERSANI Copiacentino bello ma, al PD lo hai detto????
    A Chieri anziche valutare il comune progetto stanno facendo una tremenda opposizione, con richiesta di convocazione urgente del consiglio comunale per fermare, per loro, l’orrendo scempio di una piazzetta intitolata a Craxi.. pensa che acume politico !!!
    A santena dove vivo il PD si è fatto chiudere la campagna per le comunali .dall’On. Osvaldo Napoli perchè ,con già lista fatta e candidato sindaco scelto all’ultimo minuto utile ha abbandonato tutto , alleandosi con la parte più conservatrice dell’ambiente cattolico, con quelli di Forza Italia che non hanno mai criticato il loro partito ma che erano interessati ad entrare in una lista vincente, ottenedo nulla ma, rompendo il fronte pregressista che si era costituito.
    chissà per chi voteranno il prossimo anno
    Che dici caro copiacentino, non sarà stato perchè il candidato a sindaco era un ex iscritto al PSI non più iscritto ma suo elettore e persona indegerrina e non portata ad inciuci vari ?????
    Illumunaci caro copiacentino Bersani ,attemdiamo con ansia che alle tue dolci affermazioni almeno non seguano fatti tutti al contrario
    Fraterni Saluti Compagno Maurizio Molinari PSI Fed di Torino

  2. … ma cosa si può dire di fronte ad una simile ‘calata di brache’ … mi sento veramente male … così noi siamo finiti … in 120 anni mai siamo scesi così in basso nel nostro livello di autonomia. Di questo sì che dovremmo provare vergogna.

  3. Concordo con la decisione di appoggiare Bersani. Pur con i limiti interni al PD Bersani rappresenta una possibilita’ di correggere le ingiustizie del governo Monti e avviare la ripresa.

  4. Bella e positiva decisione. Il patto dei democratici e dei progressisti, PD, PSI e SEL, può essere il primo passo per la ricomposizione della sinistra riformista italiana in un unico grande partito.

  5. Trovo positivo l’impegno di sostenere la candidatura di Bersani alle primarie, perche lo considero l’uomo del dialogo. Debbo comunque ricordare al PD che un po’ di coraggio in più su temi come la riforma elettorale, sui diritti civili, sulla scuola e sul lavoro deve essere speso. Preferisco comunque Bersani, con il quale ci si può capire, a Renzi che ritengo inattendibile e presuntuoso, basti pensare a come ha proceduto al rimpasto di giunta a Firenze, quando ha tolto le deleghe alla nostra assessore senza una motivazione. In realtà la compagna ha la grave colpa agli occhi del nostro ” eroe ” di essere socialista. Giancarlo Moschin

  6. Alleamoci pure con il Pd, con chi altri potremmo andare! Sento però tanta diffidenza e ancora molta supponenza verso i socialisti e temo che in realtà vengono accettati solo perché alle elezioni anche una modestissima percentuale può fare comodo. Quale sarà la legge elettorale? Bersani si dice orgoglioso dell’appoggio del PSI e dove lo ha detto? Perché non va a dirlo a “Ballarò”? Perché non c’è un programma dove Nencini possa dirsi onorato dell’orgoglio di Bersani?
    Pensiamo pure alle alleanze, ma facciamo sentire la nostra voce, facciamo sentire le nostre idee, non possiamo negare il nostro passato che in certi momenti non è stato sicuramente edificante,
    ma diciamo forte che i veri ladri sono rimasti tutti in circolazione e qualcuno lo aveva detto ma tutti in coro a dire “tutti ladri, nessun ladro” e adesso quelli che urlavano più forte sono inquisiti, sono in galera o stanno per andarci e noi zitti! Chiediamo di andare a dire la nostra in televisione dove vengono invitati a parlare tutti i giorni inquisiti, excarcerati, “oserei dire cani e porci” che si giustificano in modo ridicolo. Rivendichiamo che vanga fatta chiarezza, diciamo e facciamo conoscere i nostri programmi e le nostre proposte, ci siamo ancora!
    Se non si può fare altro incateniamoci davanti alla RAI, davanti alla sede dei più grandi quotidiani, ma facciamoci sentire! Io mi offro volontaria.

  7. Appoggiare la candidatura di Bersani! siamo diventati una costola del PD? Nel PD esistono ancora e radicati bene personaggi” ANTISOCIALISTI ” Caro segretario Nencini non lo dimenticare. Formare una cooalizione di centro-sinistra è sicuramente giusto, sostenere Bersani è un’altra cosa. E se qualcuno pensa di confluire in una unico grande partito, la mia risposta è una sola ripetuta dal compagno recentemente scomparso Antonio Ghirelli ” Io sono Socialista, voto Socialista e norirò da Socialista.

Lascia un commento