sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Roma, nuovo blitz neofascista in una scuola. Dopo il Mameli e il Giulio Cesare tocca al Galilei
Pubblicato il 23-10-2012


Tornano in azione i militanti delle organizzazione studentesche di estrema destra. Dopo i blitz di ieri negli storici licei romani Mameli e Giulio Cesare, da parte del gruppo “Blocco Studentesco”, questa mattina, giovani incappucciati hanno esposto uno striscione davanti all’istituto superiore Galilei, in viale Manzoni, distribuendo volantini e accendendo dei fumogeni. Sullo striscione campeggiava la scritta ”Più potere agli studenti”. La protesta è durata pochi minuti, ha avuto luogo solo all’esterno dell’istituto e nessuno dei manifestanti hab fatto irruzione nell’edificio scolastico. La paternità dell’azione di oggi sarebbe del movimento “Lotta studentesca”, organizzazione composta da ragazzini poco più che adolescenti che si richiamano a posizioni oltranziste vicine a quelle di “Forza Nuova”.

LE AZIONI DI IERI – Ieri, una ventina di studenti del Blocco Studentesco, dopo aver tentato un blitz al liceo Mameli, hanno fatto irruzione al Giulio Cesare a volto coperto, incappucciati e con i caschi, lanciando fumogeni nei corridoi e nelle aule. Il gruppo aveva prima tentato l’assalto al liceo Mameli, ma il custode era riuscito a chiudere in tempo il portone. Poi, intorno alle 12:30, c’è stato il blitz al Giulio Cesare con “marce” tra le aule del liceo classico al grido di “viva il Duce” e slogan contro i tagli alla scuola.

BLOCCO STUDENTESCO PRENDE LE DISTANZE DALL’AZIONE DI OGGI E SI AUTOCELEBRA – Dopo i blitz di ieri del “Blocco” molti giornali hanno riportato la notizia di oggi accomunando le azioni contro i licei Mameli e Giulio Cesare a quella contro il Galilei. Un’occasione colta al volo da CasaPound che cerca di cavalcare l’onda, accusando addirittura la politica e la stampa di un complotto e attribuendosi una centralità nel panorama politico che difficilmente può raggiungere. «Apprendiamo dagli organi di stampa di un fantomatico blitz del Blocco Studentesco al liceo Gailei di Roma: precisiamo che nulla di quanto è stato riportato corrisponde al vero e che nessuna azione del nostro movimento è stata messa in atto questa mattina». Così CasaPound Italia smentisce le notizie diffuse in mattinata circa una nuova azione del movimento Blocco studentesco che fa capo proprio a CasaPound. Il comunicato continua con autocelebrazione affermando che «Dopo la sistematica distorsione e criminalizzazione di una manifestazione goliardica e incruenta come quella di ieri ora si arriva persino a inventare di sana pianta le notizie. Evidentemente l’azione di puntuale contestazione delle politiche di questo governo messa in atto dal Blocco studentesco dà fastidio a quei politici e a quei giornali che questo esecutivo lo sostengono convintamente».

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento