domenica, 20 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Tv: Black Mirror, il lato oscuro delle nuove tecnologie
Pubblicato il 03-10-2012


Il lato oscuro ed inquietante delle nuove tecnologie è l’anima di Black Mirror, la miniserie in tre puntate in arrivo il 10 ottobre alle 21.10 su Sky Cinema1HD. Si susseguiranno tutti d’un fiato i tre episodi Messaggio al Primo Ministro, 15 Milioni di Celebrita’ e Ricordi Pericolosi. Al centro dell’ultimo progetto televisivo di Charlie Brooker (conosciuto in patria per altre opere provocatorie come Dead Set e Screenwipe) per Channel 4, tre capitoli autoconclusivi legati da un unico grande fil rouge: la deformazione dell’esistenza umana causata dall’utilizzo distorto e invasivo della tecnologia.
VIAGGIO VERSO IL CUORE NERO DELLA SPECIE UMANA – Ambientati in un futuro distopico e dal sapore fantascientifico, i tre episodi sono un viaggio verso il cuore nero della specie umana, che mette a nudo l’impotenza degli uomo davanti all’incontrollabilità totale del flusso di informazione. Nell’attuale era mediatica, quella in cui a regnare è il bisogno incessante di tecnologia, lo schermo che la miniserie accende dal suo virtuale telecomando è costantemente nero: gli attori della miniserie, da Daniel Kaluuya a Toby Kebbell, sveleranno i segreti nascosti dietro il mito di una realtà esclusivamente tecnologica.

MINISERIE IN TRE CAPITOLI – Nel primo capitolo Messaggio al Primo Ministro, Rory Kinnear, nel ruolo di primo ministro inglese Michael Callow, viene svegliato nel cuore della notte con delle pessime notizie: la principessa Susannah (Lydia Wilson) e’ stata rapita, e il videomessaggio di aiuto da lei rilasciato ha gia’ invaso il web a macchia d’olio. Per pagare il riscatto il primo ministro britannico Michael Callow e’ costretto a ‘subire’ una terribile umiliazione in mondovisione (tenetevi forte)un rapporto sessuale con un maiale. Al centro del secondo episodio, 15 milioni di celebrita’ , una feroce satira contro i talent show ambientata in una societa’ futura ipersalutista in cui le persone sovrappeso vengono umiliate ed automaticamente rese protagoniste di uno show tv. Il terzo ed ultimo Ricordi pericolosi rappresenta un futuro in cui le persone hanno un microchip nella parte del cervello che governa i ricordi, per rivedere momenti del proprio passato su un qualunque dispositivo multimediale. Questo episodio vuole essere una critica al mondo moderno della comunicazione: come cambiano in fretta le idee delle persone dall’avvento dei social network e come le porti a uniformarsi, di come siano incontrollabili e innascondibili le informazioni e di come sia disperata la stampa tradizionale che a differenza della rete ha delle regole da rispettare.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento