martedì, 26 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Berlusconi, pronta la nuova “Forza Italia”. Alfano: «Non posso annullare le primarie»
Pubblicato il 27-11-2012


La famiglia prima di tutto. E di tutti. Berlusconi avrebbe presentato ai suoi figli il progetto della nuova “Forza Italia”, ma avrebbe incassato soltanto il beneplacito della primogenita Marina. L’occasione sarebbe stata un pranzo nella residenza di famiglia ad Arcore. Presenti, oltre a Marina, Pier Silvio e Barbara. Assenti i giovani Luigi ed Eleonora. Durante il convivio, il Cavaliere avrebbe esposto il neo soggetto politico, spiegando che questo necessita di volti nuovi e di cui dovrebbero fare parte il governatore dimissionario della Lombardia, Roberto Formigoni, il deputato Alberto Lupi, il manager Flavio Briatore e l’ex ministro Giorgia Meloni. Berlusconi sostiene inoltre di potersi affidare a un 12% di voti personali. Nel frattempo spunta l’ipotesi su uno “spacchettamento controllato”, ossia una divisione pacifica e calibrata.

IL PROGETTO DI BERLUSCONI – Durante il pranzo con i figli, il Cavaliere avrebbe spiegato la necessità di tornare all’antico, a quella “Forza Italia” che ha contraddistinto «la storia d’Italia e anche la nostra» e di volere intorno a sé solo persone fidate e volti nuovi, «gente che non ha mai fatto politica, ma che ha molto da dare». Nel progetto non potrà mancare il fedele Emilio Fede – che l’altro giorno ha lanciato il suo movimento politico “Vogliamo vivere” – e l’imprenditore Flavio Briatore. L’idea di una nuova “Forza Italia” avrebbe però ricevuto il placet della sola figlia Marina. Pier Silvio e Barbara si sarebbero espressi in modo contrario.

PRIMARIE SÌ PRIMARIE NO. GIOVEDÌ IL D-DAY – Nel frattempo continua il tira e molla sulle primarie del centrodestra, fissate per il 16 dicembre, ma non ancora confermate. Ieri, il deputato Pdl, Fabio Rampelli ha organizzato un sit in davanti a via dell’Umiltà – sede del partito – per chiedere le consultazioni in ogni caso, nonostante la situazione sia profondamente cambiata. La riedizione di “Forza Italia” sarà presentata al tavolo dell’ufficio di presidenza, previsto per giovedì mattina mentre per la serata di giovedì, Berlusconi sarà ospite nel salotto di Bruno Vespa. Occasione ideale per presentare il remake del partito ideato e fondato da lui stesso.

ALFANO, NON SI POSSONO ANNULLARE LE PRIMARIE – Sull’ipotesi di uno “spacchettamento controllato”, il segretario del Pdl Angelino Alfano ha spiegato che Berlusconi «non può venire meno alla parola data sulle primarie» e che separarsi sarebbe distruttivo. Daniela Santanchè, invece, fa un passo indietro, lanciando un appello ad Alfano. «Dobbiamo aspettare le decisioni del fondatore. Io alle primarie ci tengo tantissimo, ma a farle in pochi giorni si rischiano brutte figure, le primarie non devono essere fatte perché qualcuno ne ha bisogno. Se si trova l’accordo per rifondare il centrodestra possiamo vincere le elezioni» ha reso noto l’ex sottosegretario Pdl alla Presidenza del Consiglio.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Un prestigiatore realizzò un bellisimo gioco alla presenza di un faraone. Tagliò la testa ad un gallina e la mise in un sacco dopo aver mostrato che era vuoto. Lo chiuse, lo agitò e lo aprì. Uscì, scappando via, la gallina. Il faraone, entusiasta, ordinò al prestigiatore di rifarlo, a qualunqeu prezzo. Questi, causando l’ira del tiranno, disse che non era possibile; se avesse potuto rifarlo, sarebbe stato al posto suo. Morale della leggenda – e prima legge della prestidigitazione – è che un gioco di prestigio non si ripete mai. La seconda volta, non funziona!

Lascia un commento