giovedì, 17 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Caro-carburante ai “minimi” da febbraio: la verde sotto 1.80 euro al litro
Pubblicato il 06-11-2012


Non solo tagli o aumenti del carovita. Ogni tanto arriva anche qualche buona notizia. In particolare quella di oggi farà piacere ai milioni di automobilisti torchiati dagli aumenti continui del prezzo dei carburanti: dopo nove mesi e per la prima volta la “verde” torna a toccare il costo di 1.80 euro al litro. Questa mattina la maggior parte delle compagnie ha seguito la strada tracciata qualche giorno fa da Eni, mettendo mano al listino prezzi. Il diesel è in media a 1,767 euro al litro, con un minimo di 1,757 euro al litro nei distributori della compagnia del “cane a sei zampe”. Una notizia certamente positiva, ma non potendo prevedere l’andamento del petrolio, per contrastare il caro-carburante sta prendendo piede il fenomeno delle cosiddette “pompe bianche”, ossia punti di rifornimento senza logo che consentono un minimo di risparmio.   

LE COMPAGNIE PIU’ VANTAGGIOSE – Secondo le rilevazioni di “Staffetta Quotidiana”, il quotidiano delle Fonti di energia, la benzina verde più a buon mercato è quella della “TotalErg” che sta a 1,794 euro al litro. Sotto quota 1.8 anche la compagnia “Q8” a 1,799 euro.  

SALE IL GPL E RESTA STABILE IL METANO – La benzina scende sotto l’1,800 euro/litro (-1,2 centesimi), il diesel a 1,767 euro/litro (-0,7 centesimi). Il Gpl Eni è invece salito (+1 centesimo a 0,864 euro/litro), mentre il metano resta stabile a 0,988 euro/kg.

COLDIRETTI, EFFETTO A VALANGA POSITIVO – La Coldiretti, in una nota, ha commentato che “il contenimento del prezzo della benzina è destinato ad avere un effetto a valanga positivo per un Paese come l`Italia dove l`88% dei trasporti commerciali avviene su gomma”.

LE POMPE BIANCHE – Per affrontare il caro-carburante si sta diffondendo il fenomeno delle cosiddette “pompe bianche”, ossia stazioni di servizio indipendenti che non fanno parte del circuito delle compagnie di distribuzione di carburante più note. Presso queste stazioni di servizio “no logo” normalmente il prezzo non varia a seconda della tipologia di servizio ed è possibile risparmiare fino a 10 centesimi al litro rispetto alla media del servito. Sul sito www.pompebianche.it è possibile visitare la mappa dei punti di rifornimento. 

 

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento