martedì, 19 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

I giovani socialisti, progressisti e democratici: “Una nuova Italia in una nuova Europa con Bersani”
Pubblicato il 22-11-2012


“Una Nuova Italia in una Nuova Europa con Bersani”, questo il nome dell’appello al voto promosso da Brando Benifei e Roberta Capone, vicepresidenti italiani di Ecosy e Iusy, le reti europee e mondiali dei giovani socialisti, progressisti e democratici, fautori dell’iniziativa insieme a Luigi Iorio, coordinatore dei Comitati Socialisti per Bersani. Il sostegno vede anche la partecipazione dei rappresentanti delle associazioni europeiste e dei giovani accademici impegnati su questi temi, come Lorenzo Floresta, presidente di Giosef, Giorgio Malet, coordinatore del Circolo Giovane Europa degli studenti di Sant’Anna e Normale di Pisa, Vincenzo Iacovissi, componente della Young Academics Network della Feps, e Maria Pisani, Presidentessa di Europa Giovane.

LA CULTURA POLITICA DI BERSANI AFFONDA LE SUE RADICI IN EUROPA – «Fra i contendenti, il segretario del Partito Democratico è l’unico ad aver dimostrato in questi anni, e non solo in questi due mesi di campagna per le primarie, un’attenzione continuativa alle grandi questioni europee di maggiore interesse per la nostra generazione». A ribadirlo sono proprio i promotori dell’appello al voto, che ricordano come Bersani sia, da anni, in prima fila rispetto a tematiche centrali come la lotta alla disoccupazione giovanile europea e una maggiore giustizia sociale. L’Europa federale e democratica, più comprensibile e accessibile per i cittadini, rappresenta un cardine della cultura politica del candidato democratico che, recentemente, ha aderito alla campagna “Rise Up”, lanciata delle organizzazioni giovanili socialiste e democratiche europee. La campagna si propone di creare una proposta di legge a livello europeo che conduca al raggiungimento di alcuni obiettivi, tra i quali quello di porre fine all’evasione e ai paradisi fiscali, e l’introduzione di un minimo salariale europeo. È inoltre prevista l’introduzione della tassa dello 0,1% sulle transazioni finanziarie. “Rise up” mira, inoltre, ad assicurare la piena indipendenza degli Stati dalla finanza globale conferendo più potere al Parlamento europeo.

IL BISOGNO DI UN’EUROPA DIVERSA – Lo scorso 14 novembre è stata una giornata importante per l’Europa. Centinaia di migliaia di giovani hanno riempito le piazze del Vecchio Continente per chiedere più giustizia sociale, più opportunità per tutti, più uguaglianza. La battaglia politica per un’Europa diversa è divenuta prioritaria nell’agenda di tutte le forze politiche progressiste. Sono soprattutto le generazioni più giovani che sembrano aver acquisito una forte consapevolezza per quanto riguarda l’importanza di cambiare il segno delle politiche dell’Unione. La parola d’ordine è uscire dal circolo vizioso dell’austerità senza crescita. Per l’importanza di questa sfida, chi, come i giovani socialisti,  è impegnato in ambito politico e associativo per un’Europa più democratica, più giusta e più unita, per un’Europa federale e sociale, lancia un appello al voto a favore di Pierluigi Bersani alle prossime primarie del 25 novembre.

I GIOVANI EUROPEI PER UN CENTROSINISTRA FORTE E UNITO CON BERSANI – L’appello si conclude ricordando l’importanza di creare sinergia e unità all’interno delle forze del centrosinistra intorno a un progetto di forte idealità, ma anche ben radicato e solido. La coscienza politica dei giovani socialisti, progressisti e democratici non si accontenta di riferimenti superficiali o di utopie vagheggiate, ma vuole impegnarsi nei prossimi anni per cambiare l’Italia e l’Unione Europea. Per questo i giovani socialisti ricordano che la scelta giusta è votare Pier Luigi Bersani alle primarie del centrosinistra. Una sua vittoria per intraprendere una strada che eviti di proseguire con la tecnocrazia, imprimendo la svolta di cui il Paese ha bisogno. Lo chiede l’Europa, la migliore parte dell’Europa, quella di cui c’è bisogno e che bisogna costruire tutti insieme, con Bersani.

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

@robbocap

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento