martedì, 26 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il maltempo flagella gran parte dell’Italia. A Taranto quasi 40 feriti
Pubblicato il 28-11-2012


Non solo la tromba d’aria, che si è scagliata contro lo stabilimento Ilva di Taranto, ma anche l’intensificarsi del maltempo in tutta Italia. La perturbazione atlantica ha infatti provocato un violento tornado che stamane ha colpito la città jonica e l’impianto siderurgico, provocando il ferimento di circa 38 persone. E il maltempo sta affliggendo anche altre regioni, sottoposte ad allerta: Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, alta Lombardia, Trentino, alto Veneto e Friuli Venezia Giulia. In particolare la Toscana, ancora fresca delle alluvioni del 10 e 11 novembre scorsi.

LA TROMBA D’ARIA A TARANTO – Il violento fenomeno atmosferico si è abbattuto stamane sulla città di Taranto, sullo stabilimento Ilva e sulle zone limitofre di Statte e Crispiano. Al momento il bilancio provvisorio conta 38 feriti, tra cui 9 bambini e un disperso, un gruista dell’impianto siderurgico, probabilmente caduto in mare a causa del tornado. Colpita  l’area nel comune di Statte, a ridosso dell`Ilva, dove la tromba d’aria ha provocato ingenti danni ad abitazioni che sono state letteralmente scoperchiate. Tra i feriti lievi vi sono 9 bambini.

SITUAZIONE CRITICA IN TOSCANA – Allarme maltempo soprattutto in Toscana, regione duramente colpita dalle alluvioni di solo due settimane fa. Le situazioni di maggiore criticità riguardano tutta la provincia di Massa Carrara, ove restano chiuse alcune strade provinciali per frane e allagamenti. Smottamenti si sono registrati anche sulle colline del Candia. Nel frattempo è tornata l’allerta anche nella provincia di Grosseto, ove 50 persone sono state fatte evacuare dalle loro abitazioni ad Albinia.

L’ESPERTO, ROVESCI E TEMPORALI VIOLENTI – Dal sito 3bmeteo.com gli esperti lanciano l’avviso che rovesci e violenti temporali possono interessare «Toscana, Lazio, Campania, alta Calabria, Salento; attenzione in particolare all’area compresa tra frusinate e casertano. Fenomeni sparsi anche sul resto del Sud, specie Sicilia con temporali anche forti; meno incisivi invece tra Romagna, Marche, Abruzzo, Molise ed alta Puglia, dove potranno esserci alcune schiarite». Inoltre da venerdì è previsto l’arrivo di aria artica, dopo le temperature al di sopra delle medie stagionali di queste ultime settimane. Prevista anche la neve a quote basse al Nord.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento