sabato, 23 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il maltempo non dà tregua: in arrivo temporali al centro sud
Pubblicato il 17-11-2012


Il cattivo tempo non intende lasciare l’Italia, che nemmeno questo fine settimana sarà risparmiata da perturbazioni. In particolare su Sicilia orientale e Calabria e anche sulla Puglia, soprattutto sui settori ionici. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile. Nel frattempo si cominciano a stimare i gravi danni provocati dai nubifragi che hanno colpito il centro nord, piegando in modo particolare la Toscana.

L’ESPERTO, IN ARRIVO TEMPORALI AL CENTROSUD – Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com, spiega che è in arrivo una «una perturbazione dal Mediterraneo occidentale che raggiungerà l’Italia nel fine settimana, determinando nuove piogge e rovesci su gran parte del Centrosud, in particolare sulle regioni meridionali dove saranno possibili anche temporali».

LA STIMA DEI DANNI IN TOSCANA – Nel frattempo l’amministrazione provinciale di Siena ha effettuato la prima stima dei danni provocati dal maltempo, tra domenica e lunedì, in tutta la Toscana. La cifra per ora si aggira sui 13 milioni di euro. Il bilancio provvisorio – che riguarda i danni causati a viabilità, opere idrauliche e scuole superiori – interessa i soli ambiti di competenza della Provincia e non comprende, quindi, i danneggiamenti infrastrutturali di Comuni, Unioni dei Comuni e privati.

IL CONTO SECONDO LA COLDIRETTI – Secondo la Coldiretti (l’Organizzazione degli imprenditori agricoli a livello nazionale ed europeo) ammonta a 350 milioni di euro il conto dei danni all’agricoltura toscana provocati dal maltempo. Migliaia le aziende agricole finite sott’acqua che tentano di ripartire dopo il terribile weekend di piogge che ha provocato allagamenti, frane e smottamenti che hanno colpito le coltivazioni agricole, ma anche provocato la morte di animali, devastato stalle, serre, cantine e impianti di trasformazione alimentare. Secondo la stima provvisoria sono 70 i milioni di danni alle sole colture e 280 milioni quelli strutturali.

SALE IL BILANCIO DELLE VITTIME NEL GROSSETANO – Il bilancio delle vittime nel grossetano è salito a cinque. Dopo l’anziano travolto da un’ondata d’acqua mentre era in auto e il crollo di un ponte che ha provocato la morte di tre operai dell’Enel, giovedì è stato rinvenuto il corpo senza vita di un 35enne bracciante agricolo romeno, nel lago di Burano, a Capalbio.

Silvia Sequi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento