lunedì, 25 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Nord Australia, in arrivo l’eclissi totale di sole. 50 mila le persone in attesa nonostante le previsioni meteo
Pubblicato il 13-11-2012


Dopo la diretta realizzata dal Monte Fuji in Giappone in occasione dell’eclissi lunare dello scorso 21 maggio, migliaia di persone si sono date appuntamento nell’emisfero australe per cogliere un altro raro fenomeno atronomico: l’eclissi solare totale prevista per il 13 novembre nel Nord dell’Australia alle 21:35 (ora italiana). Grazie alla presenza di pannelli solari si potrà assistere allo spettacolare evento in live streaming che durerà circa due minuti. Nonostante le previsioni meteo, che annunciano nuvole con possibilità di pioggia, le località interessate hanno visto l’arrivo di circa 50 mila persone, registrando il tutto esaurito negli alberghi.

IL FENOMENO DELL’ECLISSI DI SOLE – L’eclissi solare è un noto fenomeno ottico di oscuramento di tutto o di una parte del disco solare da parte della Luna visto dalla Terra che si verifica durante il novilunio e solo quando si concreta il perfetto allineamento (piuttosto raro) tra Sole, Luna e Terra. Stando alle informazioni disponibili, l’eclissi sarà inizialmente visibile nel Nord Australia e successivamente sarà possibile ammirarla anche nel Nord-Est dell’Australia e dal Pacifico Meridionale. Durante il fenomeno, il tratto centrale dell’eclissi transiterà nel parco nazionale di Garig Ganak Barlu, nel Territorio del Nord in Australia alle 21:35 di stasera (ora italiana).

50 MILA PERSONE ACCORSE IN AUSTRALIA – Jay Pasachoff, astronomo americano, spiega come non si possa rinunciare all’evento, utilizzando la metafora di essere «un chirurgo cardiaco e che qualcuno vi abbia detto, puoi guardare in un cuore umano per due minuti, e solo se vai dall’altra parte del mondo. Bé, lo fai». E non è l’unico, sostengono gli altri media. Secondo l’ufficio del turismo del Queensland, infatti, nella regione sono accorse 50 mila persone, soprattutto della comunità scientifica, e le mete preferite sono «le spiagge, le barche, i campi», persino le mongolfiere – ce ne saranno una dozzina, con cinquecento persone a bordo.

L’ECLISSI PARZIALE VISIBILE ALTROVE – Un’eclissi parziale, invece, sarà visibile dalla parte orientale dell’Australia, in Nuova Guinea, Papua, Nuova Zelanda e nelle regioni meridionali di Cile e Argentina, ma l’eclissi solare totale sarà possibile ammirarla esclusivamente nel Nord dell’Australia.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento