venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Sicilia, Battiato assessore alla cultura: ecco la “cura” di Crocetta
Pubblicato il 06-11-2012


Dopo le indiscrezioni di ieri è lo stesso neo eletto governatore Pd con l’appoggio di Psi-Udc-Api dell’Assemblea siciliana, Rosario Crocetta, ad annunciarlo: «Franco Battiato sarà assessore alla Cultura della nuova giunta regionale». La notizia è arrivata nel corso di una conferenza stampa a Catania alla quale ha partecipato anche l’artista, che abita a Milo, paesino alle pendici dell’Etna. Confermate dunque le voci che circolavano in queste ore, mai smentite da Battiato che si era detto possibilista. «Non chiamarmi assessore, questo mi offende. Chiamami Franco e sarò Franco». Così, ironicamente, Franco Battiato ha risposto ai cronisti durante la conferenza stampa nella quale, l’artista ha accettato l’incarico di assessore alla Cultura della giunta del neo governatore Rosario Crocetta. Battiato ha inoltre ribadito che non percepirà alcuno stipendio.

LE CONDIZIONI DEL “MAESTRO” – Nei giorni scorsi, il cantautore siculo, aveva commentato la proposta della sua candidatura da parte di Crocetta ponendo alcune condizioni rispetto ad un suo eventuale incarico. I presupposti per accettare riguardavano «un impegno limitato, mirato a progetti» e, soprattutto, «niente stipendio». Battiato aveva definito la possibilità di ricoprire l’assessorato alla cultura come «un’occasione unica per contribuire alla crescita della Sicilia», motivando questa valutazione con il fatto che nell’isola «si avverte una forte esigenza di cambiamento». Alla luce di questa realtà, Battiato aveva affermato di essere ben disposto a dare un contributo: «se posso una mano la do volentieri». Ieri “il Maestro” si era detto preoccupato anche di un eventuale impedimento, derivante dagli oneri della carica, per quanto riguarda la sua attività artistica: «non posso seguire quotidianamente i problemi di un settore così vasto come quello dei Beni culturali, altrimenti dovrei cambiare mestiere, e io sono una persona seria».

CROCETTA, LA SICILIA VA AMATA E SI RIPRENDERA’ – «Questa regione si riprenderà, ma per fare questo i siciliani devono trovare il coraggio, la forza e l’impegno come sta facendo in questo momento Franco Battiato il quale sta mettendo tutto l’amore che ha per la sua terra», ha detto il neogovernatore eletto Rosario Crocetta che, annunciando la nomina, ha aggiunto: «Franco Battiato è uno dei siciliani più in gamba che ci sono, e può dare un grande contributo». Per questo il governatore ha rivolto un appello al cantautore catanese, citando una poesia di Elsa Morante, invitandolo a «spenderci di più e amarla di più questa terra: dobbiamo costruire una nuova Sicilia ed essere orgogliosi della nostra identità». Crocetta ha aggiunto, in chiusura, che «La Sicilia sembra irredimibile, un luogo dove bisogna sempre trovare il male su tutto, che non può avere possibilità di riscatto. Ma queste sono le cretinate di sempre, i pregiudizi di sempre. Io penso che i siciliani abbiano espresso un voto chiaro, vogliono cambiare e lo fanno con una scelta antimafia eletta presentando tutta la sua bellezza al Paese».

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

@robbocap

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. …non sono d’accordo sul rifiuto dello stipendio…mettiamo ch’io sia intelligentissima e coltissima….mettiamo ch’io sia insegnante universitaria…delle due una….o l’Università mi paga lo stipendio o me lo paga la Regione che sennò come campo?

  2. Mi piace la scelta Battiato assessore alla cultura perchè è alta e di prestigio. Non condivido però la rinuncia all’indennità perchè mette in difficoltà chj non può vivere di risorse e di ricchezze proprie. Ci sono tanti altri modi per cogliere lo spirito che anima il maestro. Spero che di questa giunta anche i socialisti possano fare parte. La nostra cultura riformista e la lealtà sono valori aggiunti importanti per la difficile battaglia che Crocetta si appresta ad affrontare. Giancarlo Moschin

Lascia un commento