martedì, 21 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Obama a Newtown per la veglia dopo la strage nella scuola. Sventato altro massacro nell’Indiana
Pubblicato il 17-12-2012


E’ il giorno del dolore negli Stati Uniti, colpiti, ancora una volta, mortalmente. Un colpo feroce, cieco e folle che non arriva da pericolosi nemici o fanatici terroristi, ma dal cuore stesso del Paese a stelle e strisce. Il giorno del dolore e della riflessione. L’America sconvolta si stringe attorno ai familiari delle vittime della strage nella scuola elementare di Newtown nel Connecticut, dove un ventenne, Adam Lanza, ha aperto il fuoco all’impazzata in una uccidendo 20 bambini e sei insegnanti. Prima dell’eccidio aveva ucciso sua madre, poi dopo, il gesto folle, ha rivolto l’arma contro di sé mettendo fine alla sua stessa vita e, con essa, alla possibilità di capire il perché di tanto odio.

IL PADRE DEL RAGAZZO ANCHE NOI CI INTERROGHIAMO – «La nostra famiglia è in lutto accanto a quelle che sono state colpite da questa enorme tragedia. I nostri cuori sono vicini alle famiglie e agli amici che hanno perso i loro cari e a tutti coloro che sono rimasti feriti. Non ci sono parole per esprimere quanto siamo affranti. Siamo in uno stato di incredulità, cercando di trovare qualsiasi risposta possibile. Anche noi ci chiediamo perché». Così ha parlato Peter Lanza, padre del killer ed ex marito di Nancy, la madre dell’assassino. L’uomo aveva divorziato dalla moglie nel 2009 e da poco si è risposato con un’altra donna.

OBAMA A NEWTOWN – Obama arriva a Newtown per pregare insieme ai genitori per le vite spezzate di venti piccoli innocenti e sei donne, massacrati dalla follia insensata. Una veglia di preghiera interconfessionale, preceduta da un allarme nella chiesa cattolica di Santa Rosa che, a causa di una minaccia – poi risultata infondata – era stata evacuata durante la messa di questa mattina, poche ore prima dell’arrivo del presidente in Connecticut. E’ il quarto viaggio “del dolore” per assistere alle esequie di un omicidio di massa che Obama deve compiere da quando é presidente, e probabilmente si tratta anche del più difficile. Obama ha scelto di prepararsi stando vicino alla sua figlia più piccola, Sasha, andando ad assistere alle prove del suo balletto in una sala di musica non lontano dalla Casa Bianca. Appena una breve visita, per stringerla in un abbraccio un po’ più forte del solito e dirle «ti voglio bene», come lui stesso ha rivelato che avrebbe fatto in questi giorni più volte.

NUOVI AGGHIACCIANTI PARTICOLARI – A fianco del Presidente Obama c’é il governatore del Connecticut, Dannel Malloy, che oggi ha rivelato nuovi, agghiaccianti, aspetti della dinamica della strage. Secondo quanto riferito dal governatore, infatti, Adam Lanza ha trovato l’ingresso della scuola sbarrato e che per entrare «ha letteralmente sparato sulla porta». Malloy ha anche detto che probabilmente dopo aver massacrato venti bambini e sei dipendenti della scuola, il killer si preparava ad andare avanti, classe per classe. «Riteniamo che mentre era nella seconda classe ha sentito le forze di pronto intervento arrivare e pare che a quel punto abbia deciso di uccidersi». Il governatore del Connecticut, democratico, auspica ora una legge più severa in materia di controllo per le armi.

FOLLIA NEGLI USA, SVENTATA NUOVA STRAGE – Ma nell’America delle armi facili e dei massacri a catena l’incubo non sembra finire mai: il giorno dopo la tragedia dei bambini in Connecticut, un uomo con un arsenale di 47 armi e munizioni minacciava di fare una strage in un’altra scuola elementare vicino casa sua, in Indiana. La polizia ha arrestato Von I. Meyer, 60 anni, dopo aver fatto irruzione nell’abitazione dell’uomo a seguito di una segnalazione e mentre Meyer minacciava di dare fuoco alla moglie. Il piano di Mayer, ha fatto sapere la polizia, era di entrare nella vicina scuola elementare, la “Jane Ball”, e di uccidere quante più persone possibile. Le armi trovate in casa dagli agenti hanno un valore di oltre 100 mila dollari.

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

@robbocap

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento