venerdì, 20 luglio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Pdl: vertice fiume a via dell’Umiltà, Berlusconi attende le “mosse” di Monti
Pubblicato il 06-12-2012


Prosegue il via vai di esponenti e dirigenti del Pdl a Palazzo Grazioli, dove, da circa quattro ore è riunito il vertice del partito con Silvio Berlusconi. Secondo quanto si apprende, il Cavaliere e lo stato maggiore del Pdl attendono, prima di prendere qualsiasi decisione, di capire come si evolverà la situazione. Si attende, in particolare, l’esito del voto di fiducia alla Camera (dove il partito di via dell’Umiltà dovrebbe bissare quanto fatto questo mattina al Senato non votando la fiducia) e, soprattutto le ‘mosse’ di Mario Monti.

IL CAV INVITA ALLA COMPATTEZZA Mario Monti e’ ancora riunito con il governo nel Consiglio dei Ministri a Palazzo Chigi. Fonti del Pdl riferiscono che l’ex premier avrebbe invitato il partito a restare unito, serve compattezza. C’e’ chi riferisce che il Cavaliere non avrebbe gradito la differenziazione di alcuni senatori pidiellini sulla linea di non partecipare al voto di fiducia, riportando in un certo senso all’ordine i deputati in vista del voto a breve a Montecitorio. “Per senso di responsabilità, al Senato abbiamo votato in modo tale che la legge di stabilità vada avanti, anche alla Camera ci asterremo e faremo in modo di garantire il numero legale”. Lo ha detto il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto, durante la dichiarazione di voto del Pdl sulla fiducia posta dal governo al decreto sui costi della politica negli enti territoriali.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento