domenica, 17 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Al mare in Liguria? Neanche per scherzo: è tempo di mettere gli sci ai piedi
Pubblicato il 28-01-2013


Sci in LiguriaGenova città di marinai e naviganti. La Liguria, dunque, è una regione di solo mare? Neanche per sogno. Sole, piste innevate e cielo azzurro: le tre località sciistiche della Liguria, tutte a pochi minuti di auto dal mare, si presentano così. Solo da pochi giorni nel Ponente, dove la stagione sciistica quest’anno inizia solo ora, dall’Immacolata nel Levante. Dal rifugio Allavena, in località Colle Melosa, Comune di Pigna, nell’imperiese, ai piedi del Monte Torreggio, soltanto 40 km dalla costa, a 1542 metri di altezza, si vedono il mare e la Corsica. E, finalmente, anche la neve, che scintilla sotto il sole e ha raggiunto il mezzo metro. «La stagione per noi è iniziata questo sabato. E’ nevicato molto mercoledì e ora si scia bene, arrivano i primi sportivi, qui si fa sci di fondo, ed è molto bello», ha dichiarato Alfredo Bruzzone, gestore del rifugio.

SCI DI FONDO – A Colle Melosa, grazie a un investimento del Comune che ha impiegato un finanziamento Ue di 100.000 euro per ampliare la pista, si può fare addirittura sci di fondo su un anello di 6 km omologato Fisi e quindi utilizzabile anche per gare e corsi organizzati di sci nordico. Amanti di ciaspole, piccozze e ramponi, quando è stagione, trovano neve e canali di ghiaccio per le loro escursioni. Tutti fanno base al rifugio Allavena, poiché Colle Melosa è raggiungibile da Ventimiglia attraverso la provinciale 64 o da Taggia seguendo la statale 548 della valle Argentina fino a Molini di Triora. Il rifugio è frequentato durante l’anno, anche fuori della stagione sciistica, per le bellezze naturali della zona, favorita dalla confluenza climatiche del mare e del monte, con una flora mediterranea che si inerpica in profondità nelle valli, in un trionfo, specialmente in maggio e giugno, di colori e profumi.

NEVE A VOLONTA’ – Un metro di neve si è depositato anche nella stazione sciistica vicina, quella di Monesi di Triora, frazione del comune di Triora, 50 km da Imperia, 1376 metri alle pendici del monte Saccarello, con i suoi 2201 metri, il monte più alto della Liguria, la cui sommità è per pochi metri in territorio francese. A Monesi la stagione è iniziata il 22 dicembre, ma i giorni buoni per sciare sono stati pochi. La neve si è alternata alla pioggia, la temperatura in certi giorni ha raggiunto i 14 gradi. Con le nevicate abbondanti di sabato e domenica scorsi ora gli sciatori sono soddisfatti. Si prevede che la stagione sciistica possa durare fino a marzo – aprile. A volte si è arrivati fino a Pasqua con gli sciatori sulle piste.

IL COMPRENSORIO DI MONTE BUE – Il comprensorio sciistico del Monte Bue a Santo Stefano d’Aveto dispone di due nuovissime seggiovie biposto che collegano Rocca d’Aveto con la vetta del Monte Bue, e una sciovia da Prato Cipolla a Monte Bue. Oltre alle piste da discesa servite dalla seggiovia e dallo skilift, esiste uno snowpark dotato di tappeto di risalita, posto quest’anno a Rocca d’Aveto, dove i più piccoli e i neofiti possono imparare l’arte dello sci in tutta sicurezza. Nella zona del monte Penna numerose piste di sci nordico, cioè sci di fondo, permettono di percorre decine di km attraverso boschi di faggio o lungo il crinale delle valli.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento