sabato, 21 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Arte, “Israel Now – Reinventing the Future”: quando nuove tecnologie e pratiche artistiche tradizionali si incontrano
Pubblicato il 28-01-2013


Israel nowUna mostra multidisciplinare, la selezione di ventiquattro artisti israeliani e una cultura che affonda le sue radici in una spiritualità millenaria. Sono questi gli ingredienti di “Israel Now – Reinventing the Future”, retrospettiva allestita al Macro Testaccio di Roma e aperta al pubblico a partire dal primo febbraio. La mostra, curata da Micol di Veroli, è accompagnata da un catalogo bilingue, in italiano e inglese e ha ottenuto la Medaglia di Rappresentanza dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

IL PROGETTO “ISRAEL NOW” – Il progetto si snoda in un percorso espositivo suddiviso in grandi insiemi, all’interno dei quali ogni artista raffigura la propria visione di futuro reinventato. In una delle opere, per esempio, il futuro dell’oggetto e della forma sono reinventati mettendo in discussione la valenza estetica e la consistenza di ogni elemento della sua installazione. In un’altra installazione l’artista esplora il futuro dell’essere umano sotto forma di ricerca scientifica. Un altro artista, invece, prestabilisce nuove forme di identità religiosa, affiancandole alla memoria e al passato, e lo fa consegnandosi alla videoarte. Una suggestiva panoramica sugli spaccati politico-sociali futuri e avveneristici viene proposta da una trilogia video e da una serie di fotografie.

GLI ARTISTI – I ventiquattro artisti israeliani provengono da generazioni ed esperienze differenti, in perfetto equilibrio tra vecchie e nuove tecnologie e pratiche artistiche più tradizionali. Gli artisti che hanno realizzato un progetto comune “Israel Now-Reinventing the Future” sono: Boaz Arad, Maya Attoun, Yael Bartana, Orit Ben-Shitrit, Yifat Bezalel, Ofri Cnaani, Elinor Carucci, Michal Chelbin, Keren Cytter, Dani Gal, Shay Frisch, Lea Golda Holterman, Tamar Harpaz, Meital Katz Minerbo, Shai Kremer, Adi Nes, Uri Nir, Leigh Orpaz, Michal Rovner, Yehudit Sasportas, Nahum Tevet, Gal Weinstein, Shahar Yahalom, Guy Zagursky.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento