domenica, 10 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Elezioni, Monti ipotizza il taglio delle ferie scolastiche? Il popolo di Twitter si ribella e arriva il dietrofront del Prof
Pubblicato il 29-01-2013


Monti-scuola-11mesiAi tagli ci aveva abituati: scuola, sanità, salari, cultura, tanto per citare alcuni campi in cui si sono attivate le forbici del governo Monti, a breve in fase di scioglimento. Ma una riduzione delle vacanze estive delle scuole era davvero poco prevedibile. Eppure la notizia c’è stata, per poi essere poco dopo smentita, facendola passare per un’ipotesi. Nel frattempo però si è scatenato il mondo giovanile di Twitter e si è accesa l’indignazione da parte dei sindacati. Monti, oramai avvezzo all’uso del social network, vero protagonista di questa campagna elettorale, ha cinguettato di non aver mai parlato di taglio alle vacanze scolastiche. Evidentemente sono gli altri a fraintendere. E gli altri hanno frainteso, o inteso male. Lui per la scuola italiana ha in mente ben altro.

I “TWEET” CONTRO MONTI – “Lau Red ‏@Laured93@SenatoreMonti un solo mese di #vacanzescolastiche? Attento, i minorenni non votano, ma possono sempre convincere i genitori!”. “Ma chi ha mai parlato di taglio delle #vacanzescolastiche??? Abbiamo proposte sulla #scuola. #AgendaMonti” -monti su twitter. paura eh”. Questi alcuni dei tanti “cinguettii” di utenti che hanno commentato la dichiarazione del candidato Mario Monti sul presunto taglio, immaginandosi sui banchi di scuola per undici mesi consecutivi. C’è poi qualcuno che auspica si tratti di uno scherzo e chi ironizza tweettando: “Facciamo così: quando voi comincerete a lavorare noi andremo a scuola 11 mesi”.

L’INDIGNAZIONE DEI SINDACATI – Non appena diffusasi, l’ipotesi ha in ogni caso provocato la reazione indignata da parte dei sindacati. «Evidentemente Monti ha confuso la scuola con un parcheggio dove le famiglie potrebbero lasciare i propri figli» è stato il commento del segretario generale della Flc-Cgil, Mimmo Pantaleo.

LA BOZZA DELLA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO – La misura di limitare a un mese le vacanze estive delle scuole «non vuole aggravare il lavoro degli insegnanti», bensì favorire i genitori lavoratori. «Sarà l’istituto a scegliere autonomamente come impiegare il tempo in più» aveva reso noto il premier uscente. Monti ha poi comunque spiegato che la misura sarà presa «sulla base della partecipazione volontaria delle famiglie».

LA SMENTITA NELLA SERATA DI IERI – Prontamente è giunta la smentita da parte di Mario Sechi, candidato nonché responsabile della campagna elettorale di “Scelta Civica”, la lista capitanata da Monti: «La riforma del mercato del lavoro, alla quale lavora un gruppo di economisti insieme a Pietro Ichino, sarà presentata nei prossimi giorni e non conterrà alcun taglio delle vacanze scolastiche» ha spiegato l’ex direttore de “Il Tempo”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento