sabato, 16 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

ELEZIONI POLITICHE, MONTI APPARE IN TV E PROVOCA. BERSANI: «CHIEDO RISPETTO PER IL PD»
Pubblicato il 04-01-2013


Per ora della tanto decantata “Agenda Monti” si stanno vedendo solo apparizioni mediatiche, tipiche di un politico in piena campagna elettorale. Ma il dimissionario Mario Monti sta anche dando prova di essere capace di boutade che oltrepassano la linea del rispetto e del buon gusto. Ieri, senza che nessuno glielo domandasse, ha dispensato consigli ed espresso giudizi. Al segretario del Pd, Pier Luigi Bersani ha rivolto il suggerimento di «tagliare le ali estreme» del partito democratico, mentre ha definito l’ex ministro del precedente governo Renato Brunetta «un uomo con una certa statura accademica». Immediate le repliche e le polemiche.

MONTI, BERSANI DEVE SILENZIARE – Il Professore ha rivolto a Bersani il consiglio di «silenziare» le «frange estreme che impediscono le riforme». Nella lingua italiana silenziare significa «ridurre al silenzio». E, secondo Monti, i soggetti che Bersani dovrebbe ridurre al silenzio sono Cgil, Fiom, il leader di Sel, Nichi Vendola e Stefano Fassina, responsabile economico del Pd. Alla faccia della sobrietà e della equità.

BERSANI, VOGLIO RISPETTO – Il leader del Pd Pier Luigi Bersani ha voluto rispondere alle parole di Monti, richiamando il rispetto a nome di tutto il partito. «Noi siamo un partito liberale che non chiuderà mai la bocca a nessuno. Credo che il coraggio che mi si chiede io l’ho già dimostrato. Non è quello di chiudere la bocca alla gente, ma di farla partecipare».

CAMUSSO (CGIL), CHI SI CANDIDA DEVE DISCUTERE DEI PROGRAMMI – Dopo aver espresso giudizi duri sull’operato dell’esecutivo uscente, il leader della Cgil, Susanna Camusso ha commentato le affermazioni di Monti, dichiarando: «Chi ha deciso di candidarsi alle elezioni dovrebbe discutere dei suoi programmi». «Trovo abbia poche proposte e molte critiche» ha aggiunto la sindacalista.

L’AFFERMAZIONE DI MONTI SU BRUNETTA – «Dal punto di vista economico generale l’onorevole Brunetta sta portando, con l’autorevolezza del professore e di una certa statura accademica» il Pdl su «posizioni estreme e settarie». Questa invece è stata la battuta sottile e di dubbio gusto di Monti sull’ex ministro per Pubblica Amministrazione e l’Innovazione. Non si è fatta attendere la replica dell’onorevole del centrodestra che ha voluto ricordare di aver lavorato per l’Italia «in chiave europea, come mio dovere di eletto dagli italiani. Altro che settarismo o estremismo. Vuole silenziare anche me, prof. Monti? Ci provi pure, ma le garantisco che non ci riuscirà». Brunetta ha voluto inoltre aggiungere che il Professore «con le sue parole, svela la sua natura più profonda, che è quella del tecnocrate autoritario, disinformato e pasticcione».

Silvia Sequi 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento