domenica, 22 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Storace candidato alla Regione Lazio. Il Pd: «È tornato Mister debito»
Pubblicato il 15-01-2013


Storace-Regione LazioUn’autentica altalena durata diversi giorni, quella della scelta tra Francesco Storace e Beatrice Lorenzin. Ma alla fine il Pdl ha deciso: il candidato governatore della Regione Lazio sarà il leader de “La Destra”. Manca solo l’ufficialità, ma ormai l’accordo è stato raggiunto. La notizia, giunta ieri, ha visto anche l’endorsement di un’ex rivale di Storace, Alessandra Mussolini che ha dichiarato di sostenere la candidatura dell’ex governatore laziale. Duro invece il commento da parte di Marco Miccoli, segretario romano del Partito democratico che ha commentato la notizia ricordando il soprannome di Storace, “mister debito 10 miliardi”, facendo riferimento al suo mandato come governatore del Lazio dal 2000 al 2005.

STORACE EMOZIONATO PER L’ENDORSEMENT DI MUSSOLINI – «L’endorsement inaspettato di Alessandra Mussolini a mio sostegno? Non posso certo negare che la cosa mi emozioni». Con queste parole Storace ha commentato l’appoggio da parte di Mussolini, dopo un rapporto turbolento che li ha visti anche rivali nelle regionali del 2005. Ora nel Pdl sembrano essere tutti sicuri. Anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno pare essersi convinto, dopo aver visto gli ultimi sondaggi: Storace verrebbe dato al 30%, mentre gli altri potenziali candidati sarebbero tutti dietro.

IL PASSO INDIETRO DI LORENZIN – La coordinatrice laziale del Pdl, Beatrice Lorenzin data nei giorni scorsi dallo stesso Berlusconi come candidata in pole position del partito, ha fatto un passo indietro, preferendo continuare il suo impegno alla Camera. Il senatore azzurro, Andrea Augello ha spiegato la scelta del partito spiegando che: «C’era troppo poco tempo per lanciare un candidato della società civile o un candidato più giovane. Per questo credo sia stato più giusto puntare su un candidato esperto e conosciuto».

MICCOLI (PD), TORNA “MISTER 10 MILIARDI” – Dall’opposizione è arrivata la dura reazione del Partito democratico, con il segretario romano Marco Miccoli che ha ricordato il soprannome di Storace «mister 10 miliardi di debito, il presidente che nel 2005 lasciò la sanità del Lazio con un debito devastante, con le Asl che non presentavano neanche i bilanci e con un mutuo da 300 milioni l’anno (stipulato per ripianare proprio questo buco) che i cittadini dovranno pagare per i prossimi 30 anni. Ma i cittadini non dimenticano», ha concluso l’esponente democratico.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento