martedì, 24 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Grillo ritorna offendendo Berlusconi, Monti e Bersani
Pubblicato il 09-01-2013


Oltre ad attaccare e criticare, ora si mette anche ad ideare e realizzare dei fotomontaggi. Grillo in fase evolutiva? Di fatto, non si esprimeva da tempo e ora, mentre il suo movimento perde terreno nei sondaggi, il comico genovese risorge, rompendo il silenzio e tornando all’attacco attraverso il suo strumento preferito, la Rete. Consolidata oramai è la sua attitudine a rifuggire qualsiasi dibattito o incontro che non sia virtuale. Se non ti piace ciò che pensa e ciò che scrive, allora sei fuori, per usare una espressione, recentemente utilizzata da un noto manager, cimentatosi in un reality televisivo.

L’ATTACCO DI GRILLO – Il comico genovese, ieri è intervenuto nel suo blog per definire i principali rappresentanti politici alle prossime elezioni dei “bimbimikia”, raffigurando Berlusconi, Bersani e Monti come degli scolaretti, con tanto di grembiule azzurro e colletto bianco. «Sempre gli stessi, quelli del ventennio peggiore della nostra vita: Berlusconi, Bersani, Casini, Fini e i gruppettari della Sinistra Arcobaleno» ha aggiunto Grillo.

LA STOCCATA AI MEDIA – Nell’attacco ai leader di partito, Grillo ha lanciato una stoccata anche ai media che secondo lui vengono utilizzati come “ranz des vaches”, tipica canzone dei pastori, senza alcun tipo di accompagnamento, «per richiamare con un corno i voti del parco buoi elettorale sperso sulle montagne e frastornato dalla crisi economica».

GRILLO, ANNUNCIO E SMENTITA SUL RITIRO – Sempre ieri, era circolata la notizia che il leader del M5S avesse intenzione di abbandonare la scena politica dopo le prossime elezioni. Poco dopo è giunta la smentita dallo stesso Grillo. Che avrà sollevato dalle preoccupazioni i suoi attivisti e sostenitori scrivendo, questa volta su Twitter, che per lui il ritiro arriverà «solo quando tutti gli altri saranno andati via. Tutti!». E pensare che in tanti auspicavano che il comico tornasse là da dove è nato e diventato Beppe Grillo: il palcoscenico.

Silvia Sequi


Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento