martedì, 24 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Meteo, il colonnello Giuliacci: «Sulla neve a Roma ho avuto ragione»
Pubblicato il 19-01-2013


Meteo-GiuliacciLe chiama “bombe meteorologiche”. Sono quelle notizie sul meteo annunciate da qualche portale pur di attirare audience. La notizia in questione è quella che prevedeva la neve a Roma tra giovedì e venerdì. Previsione che risale a più di dieci giorni fa, ma di neve nella Capitale non c’è stata traccia. L’unico a escludere i fiocchi bianchi nel centro della città è stato il colonnello Mario Giuliacci, che non ne aveva previsto alcuna condizione. Neve o non neve, il meteorologo, direttore del  sito www.meteogiuliacci.it anticipa all’Avanti! il tempo per il fine settimana.

Colonnello, dopo il toto-neve sulla Capitale, quale tempo ci dobbiamo aspettare per il fine settimana?

Oggi, l’arrivo dalla Spagna della perturbazione n.7 porterà, entro il pomeriggio, precipitazioni su quasi tutta l’Italia tranne Sicilia, Calabria, Puglia e Alpi orientali, di intensità moderata al Nord-Ovest e lungo le coste tirreniche. Sono attese nevicate sulle Alpi e sull’Appennino ligure del versante padano fino a fondovalle e fino in pianura su Piemonte, Lombardia, piacentino, veronese e vicentino. In serata è inoltre prevista neve in pianura solo su Piemonte, milanese e pavese mentre al centro-sud le temperature subiranno un sensibile aumento.

Quale il tempo per domenica?

Domenica la stessa perturbazione porterà ancora precipitazioni al centro-nord, a eccezione del medio Adriatico e, in più, su Campania e Sardegna, di intensità moderata su tutto il Nord e coste tirreniche. Al mattino è prevista ancora neve fino in pianura su basso Piemonte ed a quote medie sulle Alpi. Nel pomeriggio su basso Piemonte ed entroterra del ponente Ligure si potrebbe verificare il fenomeno del “gelicidio” (la pioggia che, raggiunto il terreno, gela). Sul fronte delle temperature, fra sabato e domenica, la colonnina di mercurio subirà, in totale, un aumento di 7-8 gradi.

Un’escursione termica piuttosto anomala.

Diciamo che l’escursione di 10 gradi nell’arco di sette giorni rappresenta un evento fuori dal normale. Anormale è dunque l’alzarsi e l’abbassarsi delle temperature in una settimana.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento