domenica, 17 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Moda, bretelle e volant anni ’70: tutti i must del 2013
Pubblicato il 03-01-2013


Anche se il freddo si fa ancora sentire e tutti sono alle prese con i saldi invernali, il nuovo anno è arrivato, ed è già ora di pensare a come rinfrescare l’armadio per la prossima primavera-estate. Le novità viste in passerella da New York a Milano sono molte. Ci sono capi che tornano dopo anni passati in sordina e altri sui quali nessuno avrebbe mai scommesso, ma che nel 2013 non potranno mancare nel guardaroba di nessuna donna.

BRETELLE – Sospese tra moda maschile e femminile, tornano le bretelle declinate in tutti gli stili, da quello minimal e monocolore (Hermes) a quello fetish. E’ un accessorio perfetto per tutte le occasioni, da indossare non solo sui pantaloni, ma anche sulle gonne e sugli shorts, pure in versione monospalla (Versace). C’è persino chi osa il pitone sulla pelle nuda (Jeremy Scott), per un look sensuale e pieno di personalità. VOLANT – Ma per ogni dettaglio rubato alla moda maschile, se ne impone un altro appannaggio della sola sfera rosa. Così, nella prossima stagione calda torna il volant, un tributo alla couture Anni ’70. Lo svolazzo rappresenta la giusta dose di civetteria per esaltare la femminilità senza mai ostentare. Un solo piccolo pezzo di stoffa riesce a personalizzare ogni capo: quando è da solo muove una sottana o conferisce a una camicia un inconfondibile stile rodeo (Ralph Lauren Collection), quando sono molti creano delle balze e danno un accento un pò frivolo agli abiti color pastello (Chloé).

GONNA SCULTURA E SUI PANTALONI – Ma il volant fa ancora di più, perché con le sue curve può trasformare una gonna in una scultura tridimensionale (Balenciaga e Comme Des Garcons). In ogni caso, con o senza l’aiuto di un fronzolo, la prossima estate la sottana troverà sempre un escamotage per diventare il punto di attrazione. Tocca il livello più alto di eleganza se portata sui pantaloni, come succede sulla passerella di Giorgio Armani, la maison che decreta il ritorno dei due capi sovrapposti. Quando non e’ una gonna, e’ un abitino a coprire i morbidi pants (Givenchy by Riccardo Tisci) oppure un mini kimono (Etro). FRANCESCANI – Passando alle scarpe non stupisce che resistano ancora le ultra-zeppe e i tacchi a spillo, ma la vera novità è che arriva anche il sandalo largo e comodo (Issey Miyake) con la doppia o tripla fascia in stile monacale. La semplicità non cozza con l’eleganza, anzi, la esalta e rende le donne comode e disinvolte, anche in lungo. E per le più eccentriche arriva la versione ‘soft’, che abbina la pelle scura alla pelliccia interna (Celine).

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento