venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Berlusconi indagato per corruzione: avrebbe pagato 3 milioni di euro a De Gregorio per passare al Pdl
Pubblicato il 28-02-2013


De Gregorio-BerlusconiNon finiscono i guai per Silvio Berlusconi: da questa mattina è infatti indagato dalla procura di Napoli con l’accusa di corruzione e finanziamento illecito ai partiti. Secondo quanto appreso, l’indagine concerne l’erogazione di somme di danaro, per un totale di 3 milioni di euro, a Sergio De Gregorio, per il suo passaggio al partito del Cavaliere. I fatti risalirebbero al 2006, durante la legislatura del secondo governo di Romano Prodi. Nel frattempo anche la procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo, iscrivendo come indagato l’ex premier.

LE INDAGINI DELLA PROCURA DI NAPOLI – Sulla vicenda indagano i pm Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock, titolari dell’inchiesta che nello scorso anno portò al coinvolgimento del senatore De Gregorio, nonché i pm della Direzione distrettuale antimafia (Dda) Francesco Curcio, Alessandro Milita e Fabrizio Vanorio. In mattinata sono stati notificati avvisi agli indagati.

GLI INDAGATI – In concorso con Berlusconi sono indagati anche Sergio De Gregorio e Valter Lavitola, il faccendiere che, dopo una latitanza di 8 mesi, lo scorso aprile è rientrato in Italia e si costituito. Prontamente arrestato e portato al carcere di Poggioreale.

IL FASCICOLO EMILIANO – In seguito all’esposto da parte di una cittadina reggiana sulla lettera con cui Berlusconi preannunciava la restituzione dell’Imu in caso di vittoria, cui è seguito l’esposto di un altro cittadino, la procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo nel registro generale delle notizie di reato (il modello 21) iscrivendo come indagato il Cavaliere. A renderlo noto è il quotidiano il Resto del Carlino. Il reato ipotizzato sarebbe la violazione dell’articolo 96 del testo unico delle leggi elettorali, cioè il voto di scambio.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. alex…fai la cortesia di non esprimere le tue opinioni così stupidamente.
    non sei altro che un accanito sostenitore di berlusconi che, messo davanti ad una possibile verità, non sapendo cosa dire in difesa del signor b, attacca la magistratura definendola addirittura grillina. una volta la chiamavate comunista.
    io spero che ci guadagni realmente qualcosa, per difendere in maniera così massificante un elemento come berlusconi, che si proclama santo e benefattore, quando è stato accusato più o meno di una 25ina di reati, e che una persona con un minimo di intelligenza eviterebbe di difendere (almeno non così) a meno che non abbia un guadagno personale nel difenderlo.
    anche stavolta sono sicuro che ne uscirà pulito.
    il porco non perde il pelo e neanche il vizio.

Lascia un commento