martedì, 19 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Dopo l’IMU, il Cav alza il tiro e promette il condono tombale
Pubblicato il 04-02-2013


Berlusconi-Equitalia-Condono

A sole 24 ore di distanza dalla proposta shock (eliminare l’Imu e restituire agli italiani quanto versato nel 2012), il Cavaliere alza nuovamente il tiro promettendo il “condono tombale”. “Assolutamente d’accordo a fare il condono tombale, io l’ho sempre detto ma la sinistra è sempre stata contraria e se ora ci daranno la maggioranza penso dovremmo farlo”. Così Silvio Berlusconi a La7, convenendo con una telespettatrice che chiedeva appunto il condono. L’ex premier ha poi aggiunto: “Equitalia è un rullo compressore”, ne vanno rivisti i poteri. Insomma chi pensava che con la boutade sull’eliminazione dell’Imu il Cav avesse toccato il picco massimo di populismo si sbagliava. Come un “bulimico” della politica strillata, Berlusconi ha fame di promesse impossibili, sempre di più. Ed ecco che tirare in ballo Equitalia e la stretta sul credito è la ricetta più appetitosa da servire calda ai milioni di italiani strangolati dalla crisi. Ma attenzione che non sia la solita “polpetta avvelenata”. Monti, informato al termine di un convegno a palazzo Giustiniani dai giornalisti della promessa elettorale di Silvio Berlusconi di condono tombale all’indomani dell’impegno alla restituzione dell’Imu, ha ironizzato sull’uno-due del Cav: “…E poi che altro…?”. Intanto ieri l’ex premier, novello Robin Hood, ha promesso che rimetterà nelle tasche degli italiani i soldi di quella tassa “ingiusta” voluta dal governo tecnico e della quale non dovremmo mai più preoccuparci. Restituzione che avverrà attraverso un rimborso sul conto corrente oppure, specie per i pensionati, direttamente dagli sportelli delle poste.

L’IMU NON BASTA, IL CAV ALZA IL TIRO – Ma per quella che lui stesso chiama “la mia ultima grande battaglia politica” l’imu non basta. Berlusconi sa che per conquistare il voto degli indecisi o dei tanti moderati per nulla affascinati dall’aplomb soporifero di Monti, l’ex premier deve sparare ancora più in alto. Allora promette anche la graduale riduzione dell’Irap “imposta rapina che grava sulle imprese”, nessun aumento dell’Iva e soprattutto nessuna patrimoniale. E’ allora che la conferenza stampa di Milano si trasforma nello show tanto amato dal Cavaliere, la campagna elettorale tocca il picco massimo di populismo e lo stato maggiore di via dell’Umilta’ va in brodo di giuggiole. A inneggiare al loro leader ritrovato il segretario del partito Angelino Alfano, ma anche Paolo Romani, Renato Brunetta, Michela Vittoria Brambilla, con tanto di cagnolino al seguito, Paolo Bonaiuti, Luigi Casero e Daniela Santanché.

DOVE TROVARE LA COPERTURA FINANZIARIA? – Ma se nell’euforia generale qualcuno si domandasse: ma dove si trovano i 4 miliardi di euro necessari a copertura finanziaria dell’operazione Imu? Presto detto, spiega Berlusconi “riducendo del 2% le spese dello Stato, lavorando nella riorganizzazione della sua macchina ma, soprattutto, sottoscrivendo un accordo con la Svizzera per la tassazione delle attività finanziarie detenute dai cittadini italiani” oltre confine. Un’operazione che vale 25-30 miliardi di euro e che sarà quindi “sufficiente. In attesa che questo accordo sia finalizzato -ha spiegato- sarà la Cassa depositi e prestiti ad anticiparne la restituzione ai cittadini”.

NENCINI, BERLUSCONI INGUARIBILE BUGIARDO – “Un inguaribile bugiardo”. E’ il primo commento del segretario nazionale del Psi,Riccardo Nencini, dopo la promessa di Silvio Berlusconi di restituire agli italiani i soldi spesi per il pagamento dell’Imu. “Nel 2001 promise di ridurre la pressione fiscale sotto il 38%, che invece aumentò a oltre il 43%. Nel 2008- continua Nencini- promise di ridurre la pressione fiscale al 40% e ha lasciato il governo con una tassazione superiore al 45%. L’unica speranza- conclude- è giocare i numeri del cavaliere al lotto”. Critica anche la posizione assunta dal segretario democratico Bersani: “Credo che la storia non ritorni, e’ chiaro che si tratta di una promessa demagogica, infattibile poggiata su una copertura di bilancio fantasiosa e che strizza l’occhio agli evasori”.

SU TWITTER IMPAZZA ‘#PROPOSTASCIOCC’, TRA DENUNCE E IRONIA – Criticato dalla politica, ridicolizzato su Twitter, dove pullulano i commenti attorno ad hashtag come #propostasciocc, #propostashock o, semplicemente #imu. C’e’ chi denuncia l’idea come la proposta di un voto di scambio, chi ribatte che non esistono controindicazioni nel merito, e chi sospira: “Allora io rivoglio indietro anche i miei vent’anni”. A qualcuno la proposta ricorda le televendite e quindi twitta: “Restituiremo l’Imu e per le prime 100 telefonate una batteria di pentole in regalo alza la cornetta, la #propostashock ti aspetta”. E se c’e’ chi assicura che “Berlusconi ti restituira’ i soldi dell’Imu dentro un cd di Apicella”, qualcun altro ricorda precedenti impegni del Cavaliere: “Rispetto a ‘sconfiggeremo il cancro’ stavolta s’ e’ tenuto basso”. Non manca il riferimento calcistico ai Mondiali negli Usa: “Vi restituisco il rigore di Baggio sopra la traversa…”. Era l’anno di grazia 1994, ma questo, forse per scaramanzia, non lo ricorda nessuno.

 Lucio Filipponio

Lucio Filipponio

@LucioFilipponio

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. mancano ancora 20 giorni. Con questo ritmo eliminera’ per intero le tasse, raddoppierà le pensioni, creerà sette milioni di nuovi posti lavoro, stamperà tutta la moneta che vorrà e tutto a carico della Germania

  2. Ormai più che in campagna elettorale, sembra di essere al teatro di pulcinella. Probabilmente a Berlusconi non importa nulla degli italiani che attualmente sono assaliti da molteplici problemi. Giocare come fa lui sulla pelle degli altri sapendo di mentire è di perfido gusto. La sua grande fortuna è di vivere in un paese come l’Italia.

Lascia un commento