martedì, 19 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Grillo attacca Bersani, ma i grillini sul web bocciano la linea del loro leader
Pubblicato il 27-02-2013


Grillo-contro-Bersani“Bersani è uno stalker politico, un morto che parla, non voteremo mai la fiducia al suo governo”. Beppe Grillo torna ai toni da campagna elettorale e sbatte la porta in faccia al segretario del Pd che, aggiunge Grillo, “da giorni sta importunando il M5S con proposte indecenti invece di dimettersi come al suo posto farebbe chiunque altro. E’ riuscito persino a perdere vincendo”. Secca la replica del numero uno dei democratici: “Quel che Grillo ha da dirmi, insulti compresi, lo voglio sentire in Parlamento. E lì ciascuno si assumerà le proprie responsabilità”.

IL WEB CONTRO GRILLO – Ma sul blog di Grillo i commenti contrari alla linea del leader del Movimento 5 stelle sono centinaia e spesso sono i più votati: in molti chiedono al comico-leader di non respingere l’offerta del Pd, anzi, di adottare il cosiddetto ‘Modello Sicilia’ per provare a cambiare le cose dall’interno. “Ora i ragazzi sono in Parlamento: falli lavorare, e fatti da parte. O vali più di uno?”, commenta un elettore del Cinque Stelle. E ancora, con toni ancora più duri, Andrea P. dice: “Uno vale uno. Grillo vale Casaleggio. Gli eletti non contano un cazzo”. Domenico da Salerno esclama: “Per votare le proposte bisogna prima che si dia la fiducia al governo….non facciamo cazzate”.

LA LINEA DEMOCRATICA – L’apertura ‘programmatica’ ai grillini resta la linea del centrosinistra: “Chiederemo un voto in Parlamento su una piattaforma programmatica di quattro o cinque punti qualificanti”, ripete Enrico Letta che fa muro attorno al segretario del Pd sottolineando che sarà lui il candidato premier di un eventuale governo di centrosinistra. “Proporremo a tutto il parlamento – aggiunge Letta – un programma su etica pubblica, riforma dei partiti e della legge elettorale, politiche economiche per i giovani, impegno a far sì che l’Europa non sia più solo quella dei tagli e dell’austerity ma si misuri con provvedimenti volti alla crescita”. Bersani incassa la difesa del partito e incontra Nichi Vendola per fare il punto sul nodo alleanze. Guardare al cambiamento espresso dal voto a Cinque Stelle è necessario, ribadisce il leader di Sel.

BERSANI INCASSA IL SOSTEGNO DI VENDOLA – “Mi auguro sinceramente che si riuscira’ a dare una risposta forte al vento di cambiamento che soffia impetuoso nel Paese. Su questo convincimento ho registrato una condivisione totale con Bersani”, dice Vendola. “Non esistono soluzioni che rimandino al passato più cupo. Niente governissimo, spero che non sia questo l’auspicio di Grillo”. All’ipotesi ‘governissimo’ guarda invece il Pdl, con Berlusconi che si dice pronto ad aderire ad un progetto di larghe intese con il Pd, ma senza Monti. Secondo Fabrizio Cicchitto “è necessario avere un approccio costruttivo, altrimenti il movimento di Grillo non farà che crescere, mettendo la nostra società e la nostra economia in pericolo”. Berlusconi, spiega Cicchitto, è “pronto ad un confronto aperto tra le principali forze politiche per trovare un’intesa di lunga durata”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Condivido il tentativo di Bersani di convolgere i Grillini mettendoli di fronte alle proprie responsabilità con il rifiuto di consentire la formazione di un Governo e impedire l’assunzione di provvedimenti. alcuni dei quali, sono nel programma dello stesso M5S. E’ ovvio che Grillo preferisce la creazione di un Governissimo a cui poter sparare ogni giorno e continuare sui vantaggi di assorbire sia i voti dell’anti-politica, che quelli della rabbia sociale, come è avvenuto in queste elezioni. Ci vuole intelligenza e pazienza politica per guidare il paese con i risultati elettorali critici e di ingovernabilità al Senato e di non vittoria reale alla Camera. Spero che il dibattito sul Blog di Grillo, favorevole al confronto con il CS, possa influire positivamente verso l’apertura ad un appoggio indiretto al Governo di Bersani.

  2. Abbandonare ogni idea di governo PD – PDL. Sarebbe una rovina per la sinistra, per il paese e per la democrazia. Berlusconi ha dimostrato in questi venti anni che mira solo a vincere e utilizza cinicamente gli altri per uscire dalle difficoltà, salvo sbarazzarsene, addossando loro la responsabilità di tutto, non appena ritiene ritornata a lui propizia la situazione. Dobbiamo aprirci con il massimo di serietà ai grillini e non cadere nelle provocazioni. Abbiamo molti punti programmatici in comune sulla moralità pubblica e privata e sulla equità da immettere nel sistema paese.

  3. Voglio dire a Bersani che con questo ” grillo ” bisogna tenere i nervi saldi e parlare al popolo del centrosinistra con il linguaggio usato in campagna elettorale. Ognuno è chjamato ad assumersi le proprie responsabilità, Grillo compreso. Bisogna raccomandare ai dirigenti del PD di sostenere il loro segretario. Questo non è il momento delle furbizie. Giancarlo Moschin

  4. Caro Beppe certa di collaborare con Bersani, solo così ci possiamo sbarazzarci di Berlusconi,la rovina dell’Italia da 20 anni che ha rovinato tutto vedi:il calcio i teatri e cinema,Stande Supermercati inoltre la politica,renditi conto che con Bersani otterrai quello che abbiamo chiesto noi votanti del M5S.-

  5. l’unico modo per eliminare il CANDRO vero dell’italia è fare proposto forti di anticorruzione e comunque dare alla magistratura i mezzi ( leggi ) per poter operare nel massimo delle loro possibilita, per tanto mi auguro che bersani faccia proposte giuste e forti contro mafia, corruzione ecc. facilmente passeranno prche i candidati del 5 stelle saranno daccordo. eliminiamo lo pseudonano e tutti i suoi adepti e vedremo un po di luce

Lascia un commento