sabato, 18 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il candidato al Campidoglio Di Tommaso incontra le donne per una politica “partecipata”
Pubblicato il 05-02-2013


Di Tommaso-incontro-donneÈ giunto al terzo incontro, il ciclo di work-shop organizzati ogni lunedì da Mattia Di Tommaso, il giovane candidato del centrosinistra a sindaco di Roma. Dopo l’incontro con gli studenti e gli operatori del diritto, ieri pomeriggio, presso il suo comitato elettorale, il socialista Di Tommaso ha incontrato e ascoltato le donne: non donne militanti, ma donne comuni che hanno avanzato le loro proposte su come migliorare la vita quotidiana nella Capitale. L’incontro, aperto a tutte le donne, da quelle giovani e quelle adulte, ha voluto analizzare le problematiche che si trovano a vivere a Roma e, soprattutto, per cercare insieme le soluzioni attuabili da parte di una vera amministrazione comunale che si ponga al fianco delle donne. Non a caso, il giovane candidato ha un comitato elettorale fatto da 30 ragazzi, prevalentemente donne. Alle primarie del centrosinistra per il sindaco di Roma, dal nome “RomaBeneComune”, che si terranno il 7 aprile, Di Tommaso si presenterà all’interno della stessa coalizione Pd-Psi-Sel, unita alle politiche e alle regionali del 24 e 25 febbraio prossimi.

Di Tommaso, perché dedicare un incontro alle donne?

Per attuare quella che ho definito una campagna elettorale partecipata non potevo tralasciare il meraviglioso universo femminile. Non è facile per un uomo capire davvero che cosa si aspettino le donne da una città come Roma, le loro paure e i loro sogni lavorativi e non. Per questo occorre iniziare a guardare con i loro occhi per poter parlare con la loro bocca e riuscire ad attuare con la loro testa.

Che tipo di incontro è stato?

L’incontro è un workshop: ho proposto degli argomenti sui quali ognuna di loro ha proposto il proprio punto di vista. Dopo due ore intense di ascolto di molte problematiche, mi sono reso conto di averne sottovalutato la portata. C’è ancora molto da fare. Le aspettative, i sogni e le esigenze delle donne saranno una mia priorità.

Quali donne hanno partecipato al workshop?

Non vi era nessuna militante, il mio invito era rivolto a donne comuni: dalla precaria alla giovane studentessa, passando per la neo-mamma e per colei che ha da poco aperto un’attività imprenditoriale.

Quali temi avete affrontato?

L’istituzione di convenzioni con i taxi per il rientro notturno, l’aumento dell’illuminazione dei quartieri, soprattutto quelli periferici, la necessità di predisporre maggiori sussidi all’imprenditoria femminile, l’aumento dei posti disponibili negli asili nido e l’avvio del progetto di asili aziendali.

Chi incontrerà nella prossima tappa della sua campagna elettorale?

Il prossimo incontro sarà con gli operatori delle associazioni di volontariato.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento