martedì, 19 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

In sala “Looper” il fanta-thriller con Bruce Willis e Joseph Gordon-Levitt
Pubblicato il 01-02-2013


Looper-Bruce Willis“Looper – In fuga dal passato”: l’attesa è per il film d’azione fantascientifico è finita. La pellicola già definita come il nuovo Matrix è infatti nelle principali sale italiane. Nell’anno 2044, Joe è un killer che lavora per la criminalità organizzata che scopre che il suo prossimo bersaglio è proprio se stesso, nella sua incarnazione futura, proiettata nel 2074. Joseph Gordon-Levitt e Bruce Willis interpretano lo stesso personaggio Joe, rispettivamente da giovane e trent’anni dopo. «I due protagonisti sono entrambi completamente egoisti – ha spiegato Levitt. Il vecchio Joe cerca di proteggere quello che è suo e lo stesso Joe giovane. Penso sia particolarmente interessante vedere Bruce in questa luce visto che siamo abituati a vederlo nei panni di un eroe».

LA TRAMA DEL FILM – Chiudere il proprio loop, il proprio cerchio, eliminando la versione di sé “invecchiata”. In questo film il viaggio nel tempo è già stato inventato, ma è illegale e disponibile solo sul mercato nero. Quando ci si vuole liberare di qualcuno, lo si spedisce a un trentennio precedente, dove un “looper”, ossia un sicario come Joe, lo attende per “liquidare la questione”. In tal modo, nel futuro, non resta traccia del crimine. Tutto procede bene fino al giorno in cui si decide di “chiudere il cerchio” inviando il Joe del futuro, interpretato da Bruce Willis, a uccidere il Joe del passato. Un 2044 in preda al caos e un 2074 ormai dominato da un potere autoritario e dal crimine organizzato. «Non volevo raccontare un futuro troppo lontano – dichiara il regista statunitense Rian Johnson – ma mostrare quella che potrebbe essere un’evoluzione del mondo che viviamo, in cui si agisce solo per il proprio interesse».

I RICONOSCIMENTI – Il thriller futuristico ha vinto i “Critics’Choice Movie Awards”, i premi assegnati ai migliori film dell’anno dai critici cinematografici delle principali testate statunitensi, come Miglior Film di Fantascienza. Inoltre, presentato al “Toronto International Film Festival”, la pellicola è stato accolta positivamente da pubblico e critica.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento