martedì, 21 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

M5S, Grillo come Nanni Moretti? Si rimangia gli impegni e dà forfait a Sky
Pubblicato il 18-02-2013


Grillo-Varetto-intervista-SkyTg24Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente? Grillo e Casaleggio avranno visto e rivisto la celebre scena morettina centinaia di volte, l’avranno amata al punto da farla loro. Ma non siamo in un film di Nanni Moretti e gli impegni, nella vita reale, si rispettano. Eppure dicono che a decidere è stata la Rete. E il movimento ha deciso: l’intervista di Beppe Grillo a SkyTg 24, annunciata dallo stesso leader ‘a cinque stelle’, non andava fatta. E così è stato. Il blogger genovese con un tweet all’ultimo momento si è tirato indietro, negando l’intervista in diretta dal suo camper prima del comizio serale di ieri in piazza a Genova. Nessuna spiegazione da parte di Grillo, almeno inizialmente, se non quel tweet di pochi caratteri: l’intervista non ci sarà. Poi un post sul suo sito nel quale si spiega che il M5S preferisce fare campagna elettorale “nelle piazze, tra la gente”, piuttosto che “nei salotti tv”. E in piazza a Savona rincara la dose: “I politici vanno in tv, ma che cosa ci vanno a fare? Io ho rifiutato, e credo di aver fatto bene. Questi vanno e poi dicono tutto e il contrario di tutto. Sono dei ridicoli, devono andare a casa”.

L’IRA DELLA VARETTO – Parole che non bastano certo a Sky che con una nota polemica annuncia il dietrofront del blogger genovese: “Nonostante l’impegno preso e dopo aver annunciato in diverse occasioni il suo ritorno in tv, il leader del Movimento 5 Stelle fa sapere, senza alcun motivo evidente, che questa sera si sottrarrà all’intervista”. Il dietrofront di Grillo non è piaciuto alla direttrice di Skytg24 Sarah Varetto: “Rifiuto antidemocratico. L’atteggiamento di Grillo non risponde al bisogno corretto di dare informazioni ai cittadini che andranno a votare”. Immediatamente parte la caccia ai motivi alla base della decisione di Grillo. Pier Luigi Bersani dal palco in piazza Duomo non va per il sottile. “Grillo non va in tv perché là qualche domandina devono fartela”, ironizza il segretario del Pd. E ipotizza anche le domande che gli farebbe: “A Bologna come hai osato fare cenno a Berlinguer e poi a Roma stringere le mani a Casa Pound?”, oppure “Per noi un figlio di immigrati nati qui e’ italiano. Tu dici di no, perché?”. Ed anche i montiani rimbrottano il leader del M5S: “Monti chiede il dibattito. Grillo rifiuta anche le interviste. Questione di stile”, si legge in un tweet di Scelta Civica. “La differenza balza agli occhi. I cittadini farebbero bene a riflettere”, chiosa Benedetto Della Vedova. Il diretto interessato non replica agli attacchi.

QUELLA STRATEGIA FALLIMENTARE – E perché tra le ipotesi del dietrofront di Grillo non annoverare anche la più plausibile? Una strategia di comunicazione confezionata a tavolino, già da tempo e ritenuta, a torto, la più efficace: negarsi per mesi a qualsiasi confronto tv con altri politici, poi nell’ultima settimana prima del voto fissare un’intervista ma senza altri candidati, creare l’evento mediatico, far montare l’attesa e poi puntualmente disattenderla. Risultato? Far parlare di sé prima e dopo l’evento annunciato. Sì, ma ad un prezzo altissimo. Quello della credibilità infangata di chi prende un impegno e non lo rispetta, di chi si prende gioco dei suoi sostenitori. E poi addossare proprio a questi sostenitori, alla Rete, il peso della scelta fallimentare: oltre il danno, pure la beffa.

Lucio Filipponio

 

 

 

Lucio Filipponio

@LucioFilipponio

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. m5s o meglio mr grillo , mi ha deluso .
    Questo dietrofron all intervista mi ha fatto veramente pensare negativamente sulla serietà della tua persona .
    Io non vorrei cambiare rotta elettorale prorpio in dirittura d arrivo , ma tu devi prenderti le tue responsabilità verso i tuoi possibili elettori ,e devio darci una giustificata spiegazione di questo appuntamento disatteso.
    personalemente , dall intervista non mi aspettavo niente di più che essere se stessi e raccontare con il cuore quelli che sono i cardoni su cui si basa di questo nuovo stile di fare politica .
    Immagino che sulle risposte specifiche e dirette non conoscendo direttamente , qualche dubbio e titubanza sarebbe potuta emergere, ma noi possibili sostenitori , non ci alimentiamo di demagogiche e illusionistiche risposte .. noi abbiamo bisogno di una nuova prospettiva , un nuovo sogno , un nuovo modo di affrontare la vita , politica o civile che sia ..
    per questo dall intervista programmata attendavamo da te solamente una spontanea riconferma di quello che è stato il percorso sino ad oggi affrontato .
    Spero che in questi giorni tu possa riapparire in qualche trasmissione e mettere poterci cosi sfamare ..
    be hungry be fully

Lascia un commento