sabato, 18 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

ELEZIONI, NENCINI INCONTRA BERSANI PER ILLUSTRARE IL “DECALOGO” LAICO E SOCIALISTA
Pubblicato il 16-02-2013


Nencini-Bersani-Vendola-Tabacci

Procede il “Giro d’Italia”, tour elettorale del leader socialista, Riccardo Nencini. Oggi pomeriggio, a Brindisi, alle ore 18 è previsto un incontro con Pier Luigi Bersani durante il quale Nencini illustrerà il cosiddetto “decalogo”, ossia le dieci proposte di legge che i socialisti intendono presentare nel primo mese di attività parlamentare, e che abbracciano temi chiave come giustizia, sviluppo ed equità, laicità, diritti individuali, merito, ius soli, progetti per promuovere l’occupazione giovanile, e non ultimi per importanza, welfare e lavoro. Quella di oggi è solo una delle tante tappe del tour elettorale nelle quali il segreatrio socialista sarà affiancato da quello democratico a ribadire, come ha fatto lo stesso Bersani venerdì scorso durante un intervento televisivo, che l’alleanza stretta dal centrosinistra è con il leader di Sel, Nichi Vendola, Riccardo Nencini e Bruno Tabacci, numero uno di Centro democratico.

LE PAROLE DI BERSANI – Pier Luigi Bersani ha voluto infatti ricordare che l’alleanza stipulata, oltre a Vendola, prevede il leader socialista Nencini e Tabacci. «La foto di gruppo è questa qua e sono sicuro reggerà più la nostra di coalizione delle altre, se non altro perché fatta in un bagno di popolo» ha dichiarato il leader democratico che, in caso di vittoria, ha anticipato l’intenzione di dimettersi da segretario nazionale del Pd.

TOUR DI NENCINI, OGGI L’INCONTRO BERSANI – Nel frattempo, il “Giro d’Italia” del leader socialista, nonché candidato capolista al Senato nelle Marche, oggi fa tappa a Brindisi ove, per le 18 presso il cinema “Impero”, è previsto un incontro con Bersani durante il quale Nencini presenterà il cosiddetto “decalogo” laico, ossia dieci proposte di legge che i socialisti intendono presentare nel primo mese di attività parlamentare.

IL DECALOGO DEL PSI – Si tratta di dieci grandi questioni ancora non risolte che vanno dallo sviluppo ed equità alla scuola, passando per la giustizia, la patrimoniale sulle grandi ricchezze, la riforma del sistema bancario, lo ius soli, il testamento biologico e il salario minimo garantito per i giovani. Queste dieci proposte di legge rappresentano la scelta fatta dal Psi dinanzi agli elettori nonchè il contributo della cultura socialista europea alla coalizione basata sulla “Carta d’Intenti per l’Italia Bene comune”, carta fondativa del centrosinistra, sottoscritta da Bersani, Nencini e Vendola lo scorso ottobre.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI NENCINI/BERSANI – Dopo quello di oggi, il prossimo appuntamento tra il leader socialista e il candidato democratico è previsto per lunedì 18, alle ore 16, quando incontreranno le maestranze al porto di Gioia Tauro e infine a Napoli, giovedì 21, alle ore 17 a Piazza del Plebiscito, ove si svolgerà la manifestazione di chiusura della campagna elettorale.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Ho incontrato sabato alle 17,40 Nencini al bar di fianco al Cinema Impero e poi ad applaudirlo in sala . Ottimo discorso , alcuni compagni avrebbero una lista socialista in Puglia almeno al Senato atteso che in questa Regione ci sono realtà importanti di presenza socialista ; personalmente ho molto apprezzato il tono e lo stile di Riccardo Nencini che è stato molto applaudito dai numerosi presenti :.Grazie Riccardo per aver fatto sentire la voce dei socialisti, passerà tempo ma prima o poi il PD dovrà convincersi che il futuro è nella tradizione del socialismo europeo con questo auspicio in tanti siamo divenuti iscritti al PD.

    • Ma non ti bastano Paolo tutte le batoste storiche che il centrosinistra ha beccato con queste autosufficienti e presuntuose condizioni “ad escludendum”?
      In una situazione sociale e politica a dir poco drammatica come quella che stiamo vivendo con milioni di giovani e non solo che non trovano altra possibilità per esprimere la loro sconfortata protesta che dando un voto antipolitico ad un ex-comico della TV di Stato pensi che si possa tentare di fare un governo della ricostruzione del Paese e per le riforme chiudendosi a riccio nel proprio recinto ideologico?
      Magari si potesse trovare dopo il voto il filo di un dialogo serio e collaborativo e di un’eventuale alleanza di Governo con il centro moderato riformatore di Monti sempre che questo riesca ad approdare in Parlamento.
      Sarebbe la sola possibilità che abbiamo per cercare di salvare il Paese.
      Saluti cordiali.

Lascia un commento