mercoledì, 20 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Pistorius può uscire su cauzione: per il giudice «non c’è rischio di fuga»
Pubblicato il 23-02-2013


Pistorius-libero-cauzionePer il giudice del tribunale di Pretoria, Desmond Nair, l’atleta paralimpico Oscar Pistorius, accusato dell’omicidio della sua fidanzata, può uscire su cauzione. Al quarto giorno di udienze il magistrato sudafricano ha stabilito che, nonostante, «manchino pezzi del puzzle», per arrivare ad accertare la verità su quanto accaduto la notte di San Valentino, Pistorius non sarebbe a rischio fuga. Inoltre, il giudice Nair ha anche aggiunto che, in questa prima fase del processo, l’accusa non è riuscita a dimostrare che Pistorius ha una propensione alla violenza.

LA CAUZIONE – La decisione del giudice è stata, naturalmente, accolta con grande gioia dalla famiglia Pistorius, anche se l’atleta è apparso impassibile mentre veniva data lettura alla decisione. All’inizio della giornata, l’accusa si era opposta con veemenza alla richiesta di cauzione. Il caso dell’atleta paralimpico ha portato il Sudafrica all’attenzione dei media internazionali sia rispetto al sistema giudiziario che alla competenza delle forze di polizia. Pistorius è accusato di omicidio premeditato per l’uccisione della sua fidanzata, la modella Reeva Steenkamp: la sua tesi difensiva propone la versione secondo la quale l’atleta avrebbe accidentalmente sparato alla donna, pensando si trattasse di un intruso. Il pubblico ministero, Gerrie Nel, ha definito «improbabile» la versione della difesa, aggiungendo che non necessariamente la premeditazione implica che l’omicidio «fosse stato programmato giorni prima»: «lo ha pianificato la notte stessa», afferma il Pm, «quando la sua ragazza si è chiusa nella toilette».

LA DIFESA, «E’ TROPPO FAMOSO PER SCAPPARE» – Barry Roux, l’avvocato della difesa, ha chiesto che il suo assistito sia incriminato per omicidio colposo: «non voleva uccidere Reeva», ha detto l’avvocato, «non aveva intenzione di ucciderla». Alle parole del difensore Pastorius è scoppiato in lacrime. La difesa ha anche affermato che, vista la fama dell’atleta e la sua riconoscibilità per via delle protesi alle gambe, non è possibile che Pistorius possa scappare: «Immaginate quanto possa essere difficile per quest’uomo abbandonare il paese inosservato», ha detto il legale. Il Pm Nel ha ribattuto affermando che tutti devono essere trattati nella stessa maniera di fronte alla legge a prescindere della loro fama, sottolineando come il famoso fondatore di Wikileaks, Julian Assange, sia riuscito a evitare l’estradizione.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento