lunedì, 25 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Immigrati, rivolta nel Cie di Roma. Lo scrittore Erri De Luca: «Vanno chiusi»
Pubblicato il 19-02-2013


CIE-rivolta-immigratiIl rifiuto al rimpatrio, per effetto di un decreto di espulsione, da parte di un 29enne nigeriano e scoppia la rivolta. Momenti di tensione ieri mattina nel più grande centro di identificazione ed espulsione (Cie) di Italia a Ponte Galeria, alle porte di Roma. Il giovane nigeriano ha opposto resistenza alle forze dell’ordine, provocando la reazione degli altri ospiti immigrati che hanno dato fuoco ad alcuni materassi e suppellettili, rendendo necessario l’intervento di tre squadre di vigili del fuoco. Nel corso della protesta una poliziotta è rimasta ferita a una mano. Alla fine «il giovane nigeriano non è stato rimpatriato e 8 dei suoi connazionali sono in stato di fermo giudiziario» ha reso noto il Garante dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni. Avanti! ha parlato della delicata questione dei Cie con lo scrittore Erri de Luca che non ha dubbi: «Vanno chiusi».

De Luca, un’autentica rivolta quella di ieri mattina.

Hanno fatto bene. Una recente sentenza della magistratura del tribunale di Crotone, nel campo di concentramento dell’Isola di Capo Rizzuto, ha assolto i rivoltosi del centro per legittima difesa. Dunque, dichiarare che le rivolte sono giuste è conseguenza della sentenza della magistratura italiana.

Oltre ad averli definiti «Centri di Infamia Estrema» li chiama anche campi di concentramento.

Sì, sono campi di concentramento perché vi sono detenute persone colpevoli di nulla che vivono in condizioni di inferiorità civile rispetto agli altri detenuti italiani.

Quale futuro per i Cie in Italia?

Vanno chiusi.

Dai programmi politici in questa campagna elettorale sembra essere sparito il tema dell’immigrazione.

Non ho seguito le dinamiche elettorali. So che abbiamo 5 milioni di nuovi cittadini italiani. Che non abbiamo invitato, sono venuti. Evidentemente era necessario che venissero. Le politiche sull’immigrazione sono delle farse.

Secondo lei quanto hanno fallito Italia ed Europa rispetto alla questione immigrazione/diritti umani?

Diciamo che l’Europa si trincera. I flussi migratori dipendono da moventi che non possono essere regolati. I progetti di contenimento sono naufragati.

Silvia Sequi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento