mercoledì, 20 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Russia, una pioggia di meteoriti fa 1000 feriti, 200 sono bambini. Prima di frantumarsi pesava 10 tonnellate
Pubblicato il 15-02-2013


Pioggia meteoriti Russia

Sono 1000 i feriti per i frammenti di meteorite caduti sugli Urali, nella Russia centrale, dei quali 200 sono bambini. A renderlo noto il governatore della regione di Cheliabinsk, Mikhail Yurevich. Due terzi dei feriti sono lievi, per lo piu’ persone colpite da schegge di vetro o altri materiali. Nalla sola citta’ di Cheliabinsk, 758 persone hanno richiesto assistenza medica. Il meteorite, del peso di 10 tonnellate, e’ precipitato verso la Terra e si e’ disintegrato nella parte bassa dell’atmosfera, formando una pioggia di cristalli che si e’ abbattuta sulla Russia centrale. Le schegge hanno colpito sei citta’ nella regione di Cheliabinsk. Almeno 112 feriti sono stati ricoverati in ospedale, di cui due in terapia intensiva. Le schegge hanno danneggiato edifici e colpito l’area in cui si è schiantato il meteorite coinvolgendo sei comuni della regione di Chelyabinsk, in una zona degli Urali a circa 1.500 chilometri a est di Mosca. Il ministero dell’Interno ha detto che dieci bambini sono stati tra i feriti, secondo l’agenzia di stampa Interfax. Tutte le scuole e gli asili a Chelyabinsk sono stati chiusi per la giornata.

EVITATA LA STRAGE – Le autorità hanno sottolineato che il danno avrebbe potuto essere molto più grave se i frammenti di meteorite non fossero caduti in una zona scarsamente popolata. Il vicino impianto nucleare di Mayak non è stato coinvolto, stando a notizie che citano le autorità. Nessuno aveva visto arrivare l’asteroide responsabile della grande esplosione e della pioggia di meteoriti che ha investito la regione degli Urali e la Russia centrale perchè non c’e’ un sistema di sorveglianza efficace per individuare i piccoli asteroidi che si avvicinano alla Terra, chiamati Neo (Near Earth Objects). “Attualmente non ne conosciamo nemmeno l’1%”, ha detto Andrea Milani, dell’università di Pisa e responsabile del gruppo di ricerca NeoDyS, specializzato nel calcolare le orbite degli asteroidi. Anche oggetti delle dimensioni dell’asteroide 2012 DA14, che questa sera passera’ vicino alla Terra, sono quasi sconosciuti.

ATTESA PER IL PASSAGGIO DELL’ASTEROIDE 2012 DA14  – Inoltre oggi un asteroide chiamato 2012 DA14 passerà molto vicino alla Terra, ma non vi sarebbe alcuna possibilità che entri in collisione con il pianeta, stando a quanto ha detto la Nasa. L’agenzia spaziale statunitense ha pubblicato sul suo sito web l’animazione del fly-by e in diretta o quasi in tempo reale le immagini dell’asteroide provenienti dagli osservatori in Australia, tempo permettendo. L’asteroide volerà più vicino alla Terra alle 19,25 Gmt, quando sara’ 27.600 km sopra la superficie del pianeta, ha riferito la Nasa. “La scoperta di 2012 DA14 e’ stata del tutto casuale”, ha osservato Milani. “Abbiamo avuto la fortuna di scoprirlo, ma e’ stata una scoperta al limite delle possibilità offerte dagli strumenti oggi disponibili”. Secondo l’esperto è perciò “necessario un sistema di sorveglianza e di allerta per evitare di essere colti di sorpresa”.

HACK, FENOMENO STRANO E MOLTO RARO – “E’ rarissimo che frammenti di meteorite cadano sulla Terra provocando feriti. Quello che e’ successo in Russia e’ un fenomeno davvero molto strano”. Lo ha detto l’astronoma Margherita Hack. “In genere i meteoriti sono attratti dalla forza di gravita’ della Terra ma raramente riescono a superare indenni il contatto con l’atmosfera”, ha proseguito l’astrofisica toscana. “Per non bruciare significa che i frammenti erano molto grossi; in caso contrario avremmo visto soltanto una scia luminosa, quella che tutti chiamano stella cadente”, ha aggiunto.

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento