domenica, 24 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ryanair, a Pisa fermato un aereo che perdeva carburante prima del decollo
Pubblicato il 20-02-2013


Ryanair-aereo-perde-carburanteEnnesima tegola “tecnica” sulla Ryanair.  Un aereo della nota compagnia aerea low cost infatti ha perso carburante durante il suo spostamento dal piazzale di rullaggio alla pista dove di lì a poco avrebbe avviato le fasi di decollo ed è stato fermato dagli addetti alla sicurezza di Sat, la società di gestione dell’aeroporto di Pisa. Il volo è stato bloccato e sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. A bordo del velivolo, diretto a Bruxelles Charleroi, ci sono 100 passeggeri e 6 persone d’equipaggio. L’episodio si aggiunge al curriculum non brillantissimo della compagnia irlandese che, per la sua politica estremamente aggressiva di taglio ai costi, mesi fa ha fatto parecchio parlare di sé.

LO SCALO BLOCCATO PER UN’ORA – Al momento gli addetti della sicurezza aeroportuale, i vigili del fuoco e i tecnici della compagnia stanno valutando se l’aereo possa comunque affrontare il volo o se invece si renda necessario l’impiego di un altro velivolo. L’incidente è avvenuto alle 12.30 e per circa un’ora l’operatività dello scalo è stata sospesa. Il 12 dicembre scorso a Pisa c’era già stato un problema analogo su un aereo in fase di decollo e anche in questo caso furono gli addetti di Sat ad accorgersi del problema e furono personalmente ringraziati dai passeggeri del velivolo per lo scampato pericolo.

I PRECEDENTI – Sul fronte dei precedenti che hanno visto protagonista la compagnia aerea low cost il 23 gennaio scorso si è reso necessario un atterraggio d’emergenza all’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova a causa di un problema all’impianto di pressurizzazione della cabina piloti che ha gettato nel panico i 93 passeggeri del volo partito da Valencia. Il 5 aprile scorso si era verificata la stessa emergenza: un atterraggio si era reso necessario a causa della depressurizzazione della cabina dei piloti. Poco dopo un’altra interruzione di volo si era concretizzata a causa di un odore acre, causato da un piccolo guasto tecnico, motivo per il quale il comandante aveva scelto di rientrare allo scalo di partenza.

LA NOTA DELL’AZIENDA –  “Il volo Ryanair FR 3746 (Pisa Bruxelles) oggi (20 febbraio) ha subito un ritardo di 2 ore a causa di un problema tecnico minore. I passeggeri sono rimasti a bordo dell’aeromobile mentre un ingegnere Ryanair ha riparato il guasto e l’aeromobile è rientrato in servizio e partito per Bruxelles. Ryanair si è scusata sinceramente con i passeggeri a bordo per ogni inconveniente causato da questo breve ritardo”.

 

 

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento