martedì, 19 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scandalo Mps: fermato Baldassarri, ex manager dell’area Finanza
Pubblicato il 14-02-2013


GIANLUCA BALDASSARRINon si tratta di arresto, ma di fermo giudiziario. Gianluca Baldassarri, ex responsabile dell’area Finanza della banca Monte dei Paschi di Siena si trova in stato di fermo per pericolo di fuga e inquinamento delle prove. L’ex funzionario, che risulta indagato sia a Milano che a Siena, ha ricevuto stamane, nel capoluogo lombardo la visita del nucleo speciale di polizia valutaria delle Fiamme Gialle che, su mandato della Procura di Siena, sta effettuando perquisizioni in abitazioni private che risultano nella disponibilità di Baldassarri. Il fermo dovrà essere poi convalidato dalla magistratura.

LE ACCUSE A BALDASSARI – A Baldassarri sono contestati i reati di truffa, associazione a delinquere e altri reati. Il fermo fa seguito al sequestro di capitali ritenuti scudati dagli inquirenti per circa 18 milioni nei confronti del manager, e per un totale di 40 milioni.

LE INDAGINI – I pm titolari dell’inchiesta Giuseppe Grosso, Antonino Nastasi e Aldo Natalini considerano certa la provenienza illecita di quel denaro e di altre somme sequestrate a Baldassarri e ad altre persone sottoposte ad indagini. Sempre secondo i magistrati di Siena, quelle somme «costituiscono prova del commesso reato in quanto oggetto delle operazioni illecite condotte all’interno dell’area Finanza di Mps, attraverso riconoscimenti illegali e paralleli veicolati nell’ambito di operazioni diversamente denominate intrattenute con collaterali, tenuto conto anche della sproporzione degli importi scudati rispetto alle entrate ufficiali» dell’ex funzionario e degli indagati, e a tutte le altre fonti di reddito a loro riconducibili.

FINOCCHIARO (PD), IL CAVALIERE INVENTA ACCUSE – In merito alle parole di Berlusconi sugli scandali Mps e Finmeccanica, alludendo alla responsabilità del Pd, si è espressa Anna Finocchiaro che ha invitato gli italiani a «valutare i toni e i contenuti tra Pdl e Pd su questi fatti. Berlusconi inventa su Mps accuse infondate contro il partito in una vicenda in cui contro di noi si produce aria fritta». «Noi facciamo valutazioni politiche sulle responsabilità e ci preoccupiamo del futuro del Paese – continua il presidente dei senatori Pd – di come l’Italia possa recuperare credibilità e operatività in un settore così importante come quello industriale o delle banche in cui stiamo perdendo colpi».

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento