martedì, 19 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Sondaggi elettorali: la proposta shock di Berlusconi non convince gli italiani
Pubblicato il 06-02-2013


Berlusconi-Imu-non credibileQuesta volta gli italiani sembrano non esserci cascati. A pochi giorni dalla proposta di restituire l’Imu agli italiani, promessa in tipico stile berlusconiano, un sondaggio rileva che solo il 4% degli indecisi crede a questa ennesima promessa fatta dal Cavaliere, nel pieno della sua campagna elettorale incentrata sull’offensiva “anti-tasse”. Il sondaggio, realizzato da Renato Mannheimer, evidenzia infatti che gli indecisi non si sono fatti ammaliare da questo tipo di iniziativa: oltre al fatto che quasi 4 italiani su 10 valutano l’idea in modo positivo, solo 1 su 4 ritiene che il leader del Pdl sia in grado di attuarla. Dopo i fallimenti degli ultimi anni, la maggior parte degli intervistati vede questi annunci “shock” come mosse disperate di chi oramai è avviato verso la strada di un insuccesso certo e che tenta in tutti i modi di recuperare consensi.

I NUMERI DEL SONDAGGIO – Il primo dato emerso dal sondaggio è che la proposta clamorosa lanciata la scorsa domenica è nota a quasi tutti gli italiani: solo il 4% dichiara infatti di non averne sentito parlare. Gli altri intervistati hanno manifestato un approccio scettico: quasi 6 italiani su 10, il 57% ha espresso un giudizio negativo sulla promessa del Cavaliere. Il 38%, dunque più di un terzo, considera la restituzione dell’Imu un’idea «molto» positiva – per il 12% – e «abbastanza» positiva per il 26%. Secondo il sondaggio, la promessa sull’Imu ha colpito il bersaglio del popolo del centrodestra, ma non l’ha ancora pienamente persuaso nella scelta di votare Berlusconi alle urne.

I VOTI RECUPERATI – Secondo il sondaggio realizzato da Mannheimer la mossa del Cavaliere ha fatto recuperare al Pdl tra gli 80 e i 120 mila voti. Il noto sondaggista ha spiegato che lo scopo del leader del centrodestra è quello di convincere la più ampia maggioranza di quei 2-3 milioni di elettori potenziali che non hanno ancora deciso a chi destinare il loro voto. È verosimile dunque che il Cavaliere sia pronto a nuove mosse o “coup de théâtre” per persuaderli e convincerli fino in fondo.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. iIL PRESIDENTE BERLUSCONI HA DETTO IL VERO ,NON SI SMENTIRA’ .ORA PIU’ CHE MAI HA IL SENSO DI RESPONSABILITA’ VERSO GLI ITALIANI CHE STANNO SOFFRENDO UNA CRISI ECONOMICA MAI VISSUTA PRIMA D’ORA.DIAMO FIDUCIA A SILVIO BERLUSCONI E’ L’UNICO CHE NON HA NESSUN VINCOLO POLITICO DI ALLEANZE CHE LO POTRANNO SMENTIRE.FORZA SILVIO .GRAZIE.

Lascia un commento