venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Turismo in crisi? A salvare il settore ci pensano gli over 65
Pubblicato il 18-02-2013


Anziani-vacanze“Sì viaggiare”, cantava qualcuno nel 1977. A farlo oggigiorno sono soprattutto le persone della cosiddetta “terza età” che, grazie alla loro passione per i viaggi, hanno fatto riscattare il turismo in Europa. Secondo i dati emersi da uno studio dell’Eurostat, l’organismo statistico dell’Ue, in Europa a rappresentare gli over 65 è il 17%, circa 86 milioni e, tra loro risulta che oltre il 40% ha fatto una vacanza con pernottamento superiore alle 4 notti. In Italia si sono registrati 12 milioni di over 65 e il 30% di loro ha usufruito di un viaggio con quelle caratteristiche. Sia in Europa che nel nostro Paese le percentuali sono destinate ad aumentare in modo consistente entro il 2050.

GLI OVER 65 SALVANO IL TURISMO – La fetta di popolazione over 65 ha contribuito in modo significativo alla salvezza del settore turistico nel quinquennio tra il 2006 e il 2011, caratterizzato da una sempre più difficile crisi economica. Se da un lato le altre fasce di popolazione hanno ridimensionato i viaggi, i senior hanno invece intensificato l’abitudine a partire: solo nel 2011, gli over 65 hanno fatto il 29% in più di viaggi rispetto a cinque anni prima e hanno trascorso il 23% in più di notti fuori casa per motivi turistici.

I DATI NEL 2011 E L’OFFERTA – Per le persone della “terza età” la spesa media per viaggio è di 401 euro, per i viaggi domestici e di 934 euro per quelli all’estero. Nel 2011 la popolazione residente in Europa ha effettuato 473 milioni di viaggi di quattro o più notti, 91 milioni sono stati effettuati da over 65, 59 milioni effettuati negli Stati membri di appartenenza e 32 milioni all’estero. Per quanto concerne l’offertta, questa è caratterizzata soprattutto da viaggi organizzati e di gruppo e la tipologia varia dai soggiorni termali e terapeutici al turismo religioso, culturale, eno-gastronomico, a quello “verde” fino alle “gite tutto compreso”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento