sabato, 18 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Una campagna elettorale all’insegna di responsabilità e concretezza
Pubblicato il 01-02-2013


La campagna elettorale è ormai iniziata. Con la presentazione delle liste si è chiuso il giro di nomi che negli ultimi giorni aveva monopolizzato l’attenzione di media e politica. Facce pulite, visi nuovi, gli esclusi, i fedelissimi, tutti dietro ad analizzare i personaggi che da qui a qualche mese andranno a occupare gli scranni di Camera e Senato. In pochi, devo dire, si sono realmente preoccupati di verificare i contenuti dei programmi, le idee espresse e la loro fattibilità; a questo punto è tempo di farlo. E’ tempo di lasciarci dietro sondaggi e numeri per comprendere realmente, a scanso di “strilli” sensazionalistici, cosa si possa realmente fare per questo paese.

Abbandonando quindi per un attimo le tante frasi ad effetto che, dalla tv ai giornali, ogni giorno assaltano il buon senso di tutti coloro sono costretti a convivere con realtà assai distanti da beni e privilegi, il vivo di questa campagna elettorale dovrebbe essere più che mai non su proclami irrealizzabili, ma su leggi di sviluppo e sostenibilità reali. L’irrequietezza delle persone, il distanziamento creatosi tra gli elettori e la politica dovrà essere colmato con il senso di responsabilità da parte di tutti. Responsabilità e concretezza: dovrebbero essere queste le parole chiave della prossima campagna elettorale. Questo è quanto la gente si aspetta, non più sogni, ma basi reali su cui costruire un solido futuro.

Giampiero Marrazzo

@giamarrazzo

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookDiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento