venerdì, 25 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Aldrovandi, nel pomeriggio la contro-manifestazione di solidarietà alla famiglia del ragazzo ucciso
Pubblicato il 29-03-2013


AldrovandiSi svolgerà nel tardo pomeriggio di oggi la contro-manifestazione di solidarietà, senza virgolette, a favore della famiglia Aldrovandi e «senza bandiere e striscioni», ma con il calore e l’abbraccio da parte della città a Patrizia, Lino e Stefano. Le adesioni sono già centinaia: in prima fila il Partito democratico, che si è dichiarato «turbato dalla gratuita cattiveria riservata ai familiari di Federico». L’evento si terrà sempre a Ferrara, sempre a Piazza Savonarola che mercoledì scorso ha ospitato il sit-in provocatorio da parte di alcuni agenti del coordinamento per l’indipendenza delle forze di polizia (Coisp) che ha voluto dimostrare “solidarietà” – le virgolette qui servono – nei confronti di tre dei quattro poliziotti condannati in via definitiva a tre anni e sei mesi per eccesso colposo in omicidio colposo per la morte di Federico Aldrovandi.

LA NOTA DI UN SINDACATO DELLA POLIZIA – «Dopo le nostre lotte per democratizzare le forze di polizia, e dopo la tragedia di una madre e di una famiglia, è sconfortante assistere a quanto avvenuto a Ferrara ad opera del sindacato Coisp. Le sentenze, per di più se definitive, si rispettano». È quanto afferma in una nota Daniele Tissone, segretario generale del sindacato Italiano Lavoratori Polizia (Silp), affiliato alla Cgil.

L’APPELLO DELLA MADRE DI FEDERICO – Nel frattempo Patrizia Moretti, madre del giovane brutalmente ucciso all’alba del 25 settembre 2005, nei pressi dell’ippodromo a Ferrara durante un controllo della polizia, ha apprezzato i numerosi gesti di solidarietà che le sono stati rivolti, ma ha aggiunto che è necessario anche l’intervento della politica. La donna si è infatti chiesta cosa accadrà ai poliziotti condannati per la morte del figlio con l’accusa di omicidio colposo. «Tutta la solidarietà che ho ricevuto mi ha fatto un enorme piacere, quella della presidente della Camera Boldrini, dal Senato, anche dal nuovo capo della Polizia. Ho tutta la solidarietà del mondo: e poi? Non è successo niente, nulla è cambiato, mi sento presa in giro a questo punto» ha lamentato la madre di Federico.

Silvia Sequi 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento