martedì, 16 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Anna Wintour diventa direttore artistico Conde’ Nast: un ruolo creato ad hoc per lei
Pubblicato il 14-03-2013


AWAnna Wintour, che in estate festeggerà il 25mo anno alla guida di Vogue, diventa ancora più potente e ai suoi attuali incarichi aggiunge quello di direttrice artistica di Conde’ Nast. Wintour, che diventa cosi’ una delle donne più potenti nell’industria dell’editoria, assumera’ alcune delle responsabilita’ di S. I. Newhouse, che per tre decenni ha controllato la gestione editoriale di Conde’ Nast come presidente. L’annuncio mette fine ai rumors di un possibile addio di Wintour da Vogue per diventare ambasciatrice dell’amministrazione Obama: la protagonista de ‘Il Diavolo Veste Prada’ restera’ direttore della rivista di moda.

CREATO APPOSITAMENTE PER LEI – “Anna e’ una delle persone piu’ qualificate per il ruolo e per guidarci nel futuro” afferma l’amministratore delegato di Conde’ Nast, Charles H. Townsend, in un’intervista al New York Times. Conde’ Nast ha avuto diversi direttori editoriali ma il ruolo di direttore artistico e’ nuovo, “ed e’ stato creato in parte per far si’ che Wintour resti nella societa”, aggiunge Townsed. “E’ qualcosa che gia’ faccio spesso nel mio ruolo a Vogue: consiglio molte persone e considero il nuovo lavoro come un’estensione di quello che faccio ma su piu’ ampia scala” afferma Wintour con il New York Times, sottolineando che e’ ancora troppo presto per dire quello che fara’ come direttore artistico. Nel suo lavoro rientrera’ la caccia a nuovi talenti e il miglioramento dell’estetica.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento