sabato, 23 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

CONSULTAZIONI, NENCINI E DI LELLO INCONTRANO BERSANI. IL SEGRETARIO DEL PSI: «UN GOVERNO DI CAMBIAMENTO APERTO ALLE ECCELLENZE»
Pubblicato il 26-03-2013


Nencini-incontra-Bersani

Per ottenere la fiducia nella formazione del nuovo governo Pier Luigi Bersani potrà contare sull’appoggio delle Minoranze linguistiche valdostane, del Gruppo Misto del Senato e del Partito socialista italiano. Il segretario nazionale Psi, Riccardo Nencini e il coordinatore nazionale del Psi Marco Di Lello hanno fatto il punto questa mattina sulla delicata fase politica con il leader democratico nell’ambito delle consultazioni in vista della formazione di un nuovo governo. Il segretario del Psi, auspicando un «esecutivo di cambiamento aperto alle eccellenze», ha inoltre reso noto all’Avanti! che «le ipotesi attorno a cui Bersani sta lavorando sono due: la prima è quella di un governo di cambiamento, la seconda una convenzione che possiamo definire di natura costituzionale che coinvolga l’intero Parlamento». Compatti e coerenti con le scelte sino ad oggi fatti dal Psi nell’ambito della coalizione di centrosinistra “Italia Bene Comune” l’onorevole Di Lello ha ribadito il «leale sostegno a Bersani: il nostro dovere è dare un governo di svolta all’Italia, con coerenza perseguiamo quest’obiettivo. Ciascuno si assuma le proprie responsabilità».

NENCINI, CONVENZIONE É BUONA SOLUZIONE A CRISI – Questa seconda strada, che rappresenta una sorta di costituente in grado di coinvolgere tutto il Parlamento perché si discuta della riforma ordinamentale dello Stato, fa riferimento «a un percorso che potrebbe serbare una buona soluzione alla crisi che si è aperta» ha spiegato il senatore socialista. Secondo Nencini questo sentiero sarebbe in grado di «fornire all’Italia un governo che si fondi su priorità rilevanti e che possa portare il Paese fuori dalle difficoltà». Le due strade sulle quali sta lavorando Bersani vanno insieme: quella di governo di cambiamento è circoscritta e non include il Pdl; l’ipotesi della convenzione è invece aperta all’intero Parlamento, dunque anche al partito di Berlusconi.

DI LELLO, LEALE SOSTEGNO A BERSANI – Compatti e coerenti con le scelte sino ad oggi fatti dal Psi nell’ambito della coalizione di centrosinistra “Italia Bene Comune” l’onorevole Di Lello ha ribadito il «leale sostegno a Bersani: il nostro dovere è dare un governo di svolta all’Italia, con coerenza perseguiamo quest’obiettivo. Ciascuno si assuma le proprie responsabilità».

OGGI AL VIA LE CONSULTAZIONI CON I PARTITI – Dopo una tre giorni di consultazioni con le parti sociali, tra oggi e domani Pier Luigi Bersani incontrerà infatti i partiti per trovare una maggioranza difficile soprattutto al Senato. Oggi è il turno di una delegazione unitaria della Lega Nord e del Pdl, ma senza Silvio Berlusconi, composta dai rispettivi segretari Angelino Alfano e Roberto, così come accaduto durante le consultazioni con il presidente della Repubblica. A questo incontro seguirà quello con i montiani di “Scelta Civica”, mentre domani Bersani avvierà le consultazioni con il Movimento5Stelle. Giovedì il segretario democratico, incaricato di formare un nuovo esecutivo, incontrerà Giorgio Napolitano.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento