lunedì, 22 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Grillo al Colle chiude al dialogo: «Governo o Rai e Copasir»
Pubblicato il 21-03-2013


Grillo al QuirinaleÈ salito al Colle con giacca e cravatta, cappotto scuro e occhiali da sole scendendo da un furgone nero con i vetri polarizzati. Sembra aver imparato presto le regole del gioco ed essersi adattato con il più classico: “mi adeguo”. Tanto da mettere mano al famoso manuale “Cencelli” e chiedere per i suoi, in alternativa ad un governo targato M5S, due ruoli chiave come la presidenza delle Commissioni del Copasir e della Vigilanza Rai. «Questa mattina mi sono recato al Quirinale con i capigruppo alla Camera e al Senato, Roberta Lombardi e Vito Crimi, per incontrare il presidente della Repubblica e riferire la posizione del MoVimento 5 Stelle» dice Beppe Grillo sul suo blog, dopo l’incontro con Napolitano per le consultazioni al Quirinale. Grillo ripete poi, parola per parola, in stile “5stelliano”, quanto detto dai due capogruppo del M5s al Colle: «Il M5S è stato il primo per numero di voti alle ultime elezioni. Per questo chiede ufficialmente un incarico di governo per realizzare il suo programma, in particolare per realizzare le misure per il rilancio delle piccole e medie imprese, il reddito di cittadinanza e i tagli agli sprechi della politica».

IL M5S VUOLE IL GOVERNO – Dopo la “bocciatura” di Fico alla presidenza della Camera e Alberto Orellana al Senato a favore di Boldrini e Grasso, i grillini battono i pugni sul tavolo affermando che le due cariche sono state oggetto di «contrattazione e mercanteggiamento tra i partiti e non espressione del riconoscimento del consenso elettorale». Per questo, il M5S chiede un mandato pieno dal presidente della Repubblica per potersi presentare in Parlamento, esporre il suo programma di Governo, per chiedere il voto di fiducia.

DA MANUALE CENCELLI – «Nel caso il presidente della Repubblica accordi l’incarico, il M5S presenterà un suo candidato alla presidenza del Consiglio. Il M5S attribuisce a questa richiesta un atto di estrema responsabilità verso il Paese. Se questa richiesta non venisse accolta, il MoVimento 5 Stelle, come forza di opposizione, chiederà la presidenza delle Commissioni del Copasir e della Vigilanza Rai». Due posizioni chiave: da un lato il controllo dell’informazione e dall’altro quello delle questioni più delicate che riguardano la sicurezza nazionale: insomma, dopo le contestazioni al “sistema”, Grillo sembra seguire passo a passo il manuale Cencelli.Poi chiude a ogni altra ipotesi di governo compresa quella a guida Pietro Grasso e rivendica i suoi “20 punti per uscire dal buio”.

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. dovrebbe vergognarsi il caro Sig. Grillo: in pochi hanno notato che quando è sceso dall’auto davanti al Quirinale, ad attenderlo vi era una “HOSTESS” col braccio teso e la mano aperta per salutarlo stringendo la sua mano, ma lui, ha continuato imperturbato a indossare il paltò senza nemmeno degnare di uno sguardo la poveretta che stava facendo (in quel momento) il proprio lavoro!
    il suo comportamento, caro sig. Grillo, è da perfetto maleducato, ma i suoi genitori, NON LE HANNO INSEGNATO L’EDUCAZIONE ? e che si deve ricambiare il saluto delle persone ?
    VERGOGNA !!!

Lascia un commento