lunedì, 10 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Per l’estate i colori della frutta su abiti leggeri, trench e volant
Pubblicato il 22-03-2013


Dolce&Gabbana-Summer-2013Mens sana in corpore sano. E come, se non con una buona dose (quotidiana) di frutta? Niente di nuovo sotto il sole, se non che ora i colori di lime, fragola e banana invadono l’armadio. Più che per il corpo, però, dovrà essere una cura per la mente. E se durante il freddo che sta per finire hanno trionfato tinte cupe all’insegna dell’austerità, la stagione calda sarà invece un’esplosione di colori. Meno male, perché se non sarà ottimismo (non esageriamo) almeno porterà un po di brio. Per una volta non saranno Dolce&Gabbana a evocare la calda Sicilia (i due stilisti da qualche stagione si ispirano alle atmosfere dell’isola mediterranea) perché ci ha pensato Louis Vuitton a rubare i colori da un limoneto di Sicilia, tingendo di verde e giallo pantaloni, abiti e tailleur, spesso prediligendo la fantasia a quadri, che attraversa tutta la collezione.

GUCCI AMA IL VOLANT – Esplosione vitaminica anche per Gucci, che quest’anno ama il volant, uno dei vezzi concessi la prossima estate, ora da solo, ben assestato a muovere sottane e magliette, ora in compagnia, per uno spettacolo di animazione profondamente femminile. Il leggero svolazzo ora si tinge di rosso fragola, sull’abito stretto in vita e fermo sopra il ginocchio, ora di arancio, in quello lungo fino ai piedi e accollato, ora del blu delle more sul mini abito da abbinare ai pantaloni morbidi. Ce n’è per tutti i gusti, quelli dell’occhio e delle papille gustative.
Dopo la primavera viene l’estate, con il suo frutto per eccellenza. Così, educate graduazioni di rosa pesca si avventurano sui tessuti. Tra le pieghe di un abito Bottega Veneta, sulle caste tuniche firmate Valentino, tra le frange di Nina Ricci e persino sul trench di Burberry Prorsum. Per un effetto impalpabile e profumato.

FAY E I FRUTTI ORIENTALI – Non potevano mancare i frutti che vengono da lontano, quelli esotici: e allora largo a tutte le gradazioni del rosa, quelle che si trovano nella buccia e nella polpa del Litchi, il piccolo frutto orientale grosso poco più di una ciliegia, che ispira, ad esempio, gli abiti di Ermanno Scervino. Sulla stessa linea d’onda, la collezione di Fay disegnata da Tommaso Aquilani e Roberto Rimondi, che sugli abitini stile Sixties applicano dettagli verde e giallo mango (rispettivamente della buccia e della polpa). Anche se pioggia, nebbia e nevischio sembrano posticipare sempre più l’arrivo del clima mite, la primavera è arrivata, e il guardaroba, oltre che l’umore, va ravvivato. Ma se i dettami delle passerelle internazionali non rimarranno inascoltati, in un batter d’occhio gonnelle e abiti vivaci invaderanno le strade di città, gli uffici e i ristoranti. E chi non avrà saputo aggiungere al proprio look un tocco vitaminico, dovrà per forza darsi un tono per salvare le apparenze. Almeno quelle.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento